Intervistato da Goal.com, l'ex portiere dell'Inter Sebastien Frey ha parlato ampiamente della situazione del club nerazzurro e del suo allenatore Luciano Spalletti: "Gestire una squadra importante come l'Inter non è facile, penso che nelle prossime partite capiremo sicuramente se è davvero capace di gestire una squadra e una piazza così importante, perché l'Inter vuole ricreare un progetto con l'obiettivo di tornare a competere con la Juventus nel campionato italiano e diventare una protagonista della Champions League. Se otterranno risultati, Spalletti ne guadagnerà in fiducia, altrimenti usciranno inevitabilmente da molti nomi, compresi quelli di due grandi allenatori ora liberi come Antonio Conte e José Mourinho".

Frey parla anche di Mauro Icardi, da diverso tempo a secco di gol su azione: "Parliamo del capitano dell'Inter e del giocatore probabilmente più forte e più decisivo della squadra. Adesso si trova nell'occhio del ciclone per tutti gli avvenimenti extra-campo ed è inevitabile che possa essere implicato in queste vicende che lo riguardano personalmente; i tifosi nerazzurri, poi, specie attraverso i social network mandano numerosi messaggi e questo potrebbe anche influenzarlo. Non è sereno e si vede in campo. Tutte queste cose extra-campo, il rinnovo del contratto, per me incidono sulle sue prestazioni. Sarebbe meglio mettere tutto da parte, così lui potrebbe ritrovare tranquillità. E anche perché l'Inter ha bisogno di lui". Per quel che riguarda la corsa alle prime quattro, il francese aggiunge: "Inter in Champions? Sul piano personale lo spero, perché è una squadra dove ho giocato, dove sono cresciuto e quindi scommetto sull'Inter tra tutte le squadre che sono in corsa. Ma se mi aveste chiesto questa cosa due mesi fa, avrei risposto assolutamente sì, mentre adesso lo vedo un po' meno facile. Le altre squadre bussano alla porta, guadagnano risultati e fiducia, quindi ora la situazione e un po' più complicata". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 9 Febbraio 2019 alle 13:20 / articolo letto 3884 volte
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A