FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

in primo piano

Darmian: “Con Dumfries concorrenza alta. Scudetto? Tappiamoci le orecchie”

Darmian: “Con Dumfries concorrenza alta. Scudetto? Tappiamoci le orecchie”

Il laterale nerazzurro parla in esclusiva a Sky Sport: "Eriksen? Dopo lo choc, c'è voglia di rivederlo in campo"

Mattia Zangari

A quattro giorni da Samp-Inter, gara in programma domenica prossima a Marassi dopo la sosta dedicata alla Nazionali, Matteo Darmian si sofferma con i colleghi di di Sky Sport per parlare degli obiettivi personali e di squadra dopo una sessione di mercato che ha ridefinito la rosa. Ecco le sue parole:

Qual è la cosa più importante messa in mostra dall'Inter nelle prime due partite?

"La determinazione e la voglia di portare a casa il risultato. Sono caratteristiche che ci devono accompagnare per tutto l'anno, restare uniti e tenere sempre alto il livello di attenzione".

Avete una sicurezza maggiore dopo la conquista dello Scudetto?

"Quest'anno volevamo partire nel migliore dei modi. Ci sono stati dei cambiamenti, è vero. Ma la mentalità è forte, il gruppo è solido, e lo vogliamo sempre dimostrare".

Sentite di essere competitivi come nella passata stagione?

"Sono arrivati giocatori forti che ci possono dare una mano importante. Noi però solo attraverso il lavoro dobbiamo continuare a migliorare, giorno dopo giorno".

Come è stato l'impatto di Simone Inzaghi con il gruppo squadra?

"Fin dal primo giorno il mister ha portato le sue idee, ha continuato il lavoro iniziato due anni fa con mister Conte. Ci siamo messi tutti a disposizione, per capire e mettere in pratica le sue idee".

L'arrivo di Dzeko e Calhanoglu: come è averli in squadra al posto di Lukaku ed Eriksen?

"Ognuno ha le proprie caratteristiche e dobbiamo sfruttarle nel migliore dei modi. Dzeko, come Lukaku, è un grandissimo attaccante: ci darà una grossa mano e farà tanti gol. Calhanoglu e Chris sono simili, anche se hanno qualche caratteristica diversa: magari a Eriksen piace di più venire a giocare, mentre Hakan è un giocatore a cui piace anche concludere l’azione: in tal senso, si sono viste le sue qualità e la mano che ci può dare".

Quanto è stimolante avere sempre concorrenti importanti nel tuo ruolo, visto che ora c'è Dumfries?

"Io so benissimo che quando giochi per una grande squadra, oltre ad avere grandi responsabilità, la concorrenza è alta. Io mi metto sempre a disposizione cercando di dare una mano alla squadra quando vengo chiamato in causa. Ci sono tantissimi impegni, c'è bisogno di tutti e quindi dobbiamo essere sempre pronti".

Tanti vedono l'Inter come la squadra favorita, cosa ne pensi?

"Alla fine sarà il campo a dimostrarlo. Noi pensiamo a lavorare e a vincere più partite possibili. Dobbiamo tapparci le orecchie e non ascoltare le voci, che siano elogi o critiche: dobbiamo solo pensare a noi stessi".

Come è stato riabbracciare Eriksen?

"Lo choc a giugno è stato grande, c'è voglia di aspettarlo e di rivederlo in campo. Riabbracciarlo ad Appiano ci ha dato tanta energia positiva".

tutte le notizie di