FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

in primo piano

Dall’euforia di Tiraspol alla seduta del giorno dopo: Inter già in clima derby

Dall’euforia di Tiraspol alla seduta del giorno dopo: Inter già in clima derby

Partenza in piena notte, poche ore di sonno ad Appiano Gentile e subito in campo in tarda mattina

Simone Togna

Entusiasmo. Eccitazione. La consapevolezza di potersela giocare, la speranza di replicare i risultati ottenuti contro Shakhtar Donetsk e Real Madrid. Con un particolare non di poco conto. Per i tifosi dello Sheriff Tiraspol quella di ieri sera contro l’Inter è la stata la partita più importante della storia del proprio club, almeno per quanto riguarda le gare casalinghe. Se il match contro gli ucraini di Roberto De Zerbi – l’indimenticabile esordio nei gironi di Champions League - era stato chiaramente accolto con trepidazione e curiosità, ma di fatto la 'Big Arena' ospitava i vicini dell’Ucraina, il confronto con i nerazzurri – a prescindere dal risultato finale – era l’evento cerchiato in rosso sul calendario. Osservare dal vivo quei calciatori sinora solo ammirati in televisione già era un qualcosa che aveva fatto sobbalzare gli stessi tesserati in rosa della Sheriff. Figuriamoci, giustamente, i loro tifosi. Ecco quindi che alla Stadium locale, limitazione permettendo, i biglietti sono andati via subito come il pane. E ieri, per quanto possibile, tutti i posti disponibili erano occupati da emotivi sostenitori, pronti a essere vicini ai propri beniamini e – come chiesto durante la conferenza della vigilia dal tecnico Jurij Vernydub – a trasformarsi nel dodicesimo uomo in campo. Un evento, insomma.

) sono sbarcati in Italia e hanno dormito ad Appiano Gentile. Qualche ora di sonno e poi, in tarda mattinata, ecco l’allenamento di scarico per chi è sceso in campo a Tiraspol e una seduta normale invece per tutti gli altri.

D’altronde la Champions League, la Nazione che non esiste, ma che in realtà esiste, e il 3-1 allo Sheriff Tiraspol appartengono al passato. C’è da preparare un derby che vale tantissimo. Per la supremazia cittadina. Ma anche per provare ad avvicinarsi alla vetta della classifica della serie A.

Dall'inviato Simone Togna