Dopo il ko con la Samp, Antonio Conte parla a SkySport analizzando i 90 minuti del Marassi. Ecco le sue dichiarazioni.

Dove nasce questa sconfitta?
“Partita un po' strana. Siamo passati dal rigore sbagliato a subire un uno-due. Penso che la squadra stia facendo bene: ha giocato, ha creato. A volte perdi partite come questa, che non meriti. Anche sulla ribattuta sul rigore sbagliato, potevamo segnare. Nel primo tempo abbiamo dominato e siamo andati sotto di due gol. Ci abbiamo provato”.

Avete sentito troppo l'assenza di Lukaku?
“Non era la prima volta che giocavamo senza Romelu. Conosciamo benissimo le sue qualità, ma non era al 100% e si è visto anche quando è entrato. Dispiace perché penso meritassimo qualcosa in più”.

Inutile andare a trovare il particolare in partite così?
“C'è sempre da analizzare tutto cercando di migliorare. Ripeto: partita un po' strana. Grande impegno e grande voglia, però oggi la dea bendata si è dimenticata di noi”.

Eppure con Milan e Samp, le due sconfitte, l'Inter ha forse impressionato più che in tutte le altre gare. Come te lo spieghi?
“La nostra fase offensiva, considerando le occasioni create, è ottima. Attacchiamo con tanti uomini, diamo ampiezza, i centrocampisti si inseriscono... Non siamo mai mancati. Forse, a volte, siamo mancati nell'equilibrio, specie nella prima parte di stagione. I gol fatti lo testimoniano”.

Ti ha soddisfatto Eriksen? Cambierà qualcosa?
“Come ho sempre fatto, cerco di sfruttare tutte le opzioni in base alle situazioni. Io sono a completa disposizione del club su qualsiasi decisione possa prendere. Più di questo non posso fare. Si parla di entrate di uscite... Il club lo sa perfettamente cosa fare, e io mi metto solo a lavorare come ho sempre fatto da quando sono arrivato all'Inter. Qualsiasi decisione verrà presa sarà sempre condivisa”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 06 gennaio 2021 alle 17:44 / Fonte: SkySport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print