FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

in primo piano

CdS – Non solo Brozovic: da De Vrij a Perisic, l’Inter alle prese con i rinnovi

TIRASPOL, MOLDOVA - NOVEMBER 03: Marcelo Brozovic of FC Internazionale poses for a photograph with the Man of the Match award following the UEFA Champions League group D match between FC Sheriff and Inter at Sheriff Sports Complex on November 03, 2021 in Tiraspol, Moldova. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images)

Il quotidiano romano torna ad affrontare il tema sempre d'attualità in viale della Liberazione

Alessandro Cavasinni

C'è ancora il tema rinnovi ad attirare oggi l'attenzione del Corriere dello Sport, che dedica ampio spazio alla situazione in casa Inter. Il file che desta maggior preoccupazione in viale della Liberazione è senza dubbio quello di Brozovic, in scadenza a giugno 2022. Ieri Antonello ha virtualmente accarezzato il croato, definendolo "fondamentale e strategico". La sostanza resta: le parti sono distanti e c'è bisogno di lavorare per arrivare a un accordo. "L’Inter, infatti, ha capito che l’intenzione del croato e del suo entourage è quella di sondare il mercato (Paris Saint Germain, Liverpool e Atletico Madrid hanno già manifestato interesse), allo scopo di capire cosa gli possa offrire per quello che sarà l’ultimo contratto della carriera - riferisce il Corsport -. Attualmente. Brozovic guadagna 4,2 milioni a stagione. L’Inter propone d i salire fino a 5, poco più di Barella e allineandosi a Calhanoglu. Le pretese del centrocampista, invece, superano i 6 milioni. E qualora dovessero trovare la sponda di un’altra squadra, allora la situazione si potrebbe davvero complicare. Anche perché in viale Liberazione non sono disposti ad andare oltre certe cifre".

Ma non solo Brozovic. Marotta e tutta la dirigenza valutano anche Handanovic, Perisic, Vecino, Kolarov e Ranocchia, tutti in scadenza nel 2022 come Epic Brozo. E occhio anche a Dimarco, De Vrij e Skriniar (2023). "Visto che, soprattutto gli ultimi due, sono già nel mirino di diversi club, in particolare di Premier, pronti ad approfittare di ogni spiraglio - sostiene il quotidiano romano -. Tuttavia, dando ascolto agli spifferi più recenti, la pratica che verrà affrontata e chiusa più rapidamente è quella del mancino milanese. Rientrato alla base dopo l’ultimo prestito al Verona, Dimarco si è guadagnato spazio e considerazione da Inzaghi. Di fatto è il 12° titolare e l’Inter ha intenzione di riconoscere la sua crescita con un sostanzioso adeguamento dell’ingaggio e, ovviamente, un prolungamento del contratto (2026?)". Perisic, invece, sembra orientato a dire addio a fine stagione per tornare in Bundesliga.

tutte le notizie di