FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

in primo piano

CdS – Dzeko, impatto devastante: gran colpo di Marotta-Ausilio, rammarico Juve

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - OCTOBER 02: Edin Dzeko of FC Internazionale celebrates after the Serie A match between US Sassuolo v FC Internazionale at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on October 02, 2021 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il bosniaco è già a sei gol segnati in 7 giornate, a -1 dal suo record dell'anno scorso con la Roma

Mattia Zangari

L'impatto Edin Dzeko sul mondo Inter è stato semplicemente devastante. Tre numeri per dare la dimensione del suo apporto alla causa nerazzurra: il bosniaco è già a 6 reti nelle prime 7 giornate di campionato, quando in tutta la scorsa Serie A ne aveva totalizzate appena una in più in 38. Il secondo: l'ultimo esordiente nerazzurro a mettere insieme 6 centri nelle prime 7 sfide di A era stato il Fenomeno Ronaldo nel 1997-98. Il terzo: nella passata stagione dopo la settima giornata Lukaku era a quota 5 gol e.  Dati che, secondo il Corriere dello Sport, non dicono tutto ma portano a pensare che la squadra di Inzaghi, nonostante un mercato complicato, sarà protagonista fino alla fine; inoltre, l'arrivo del Cigno di Sarajevo praticamente a zero dalla Roma è stato un grande colpo da parte della coppia Marotta-Ausilio.

Il club di Viale della Liberazione - aggiunge il quotidiano romano - ha acquistato il giocatore pagando i giallorossi un bonus di 1,5 milioni in caso di qualificazione alla prossima Champions League e gli ha garantito un ingaggio medio nel biennio di 5,5 milioni netti a stagione (guadagnerà un po' meno nel 2021-22 e un po' di più nel 2022-23). E lo ha, di fatto,'tolto' alla Juventus: "se Cherubini avesse saputo in anticipo da Ronaldo della sua ferrea volontà di cambiare maglia, avrebbe fatto il possibile per regalare ad Allegri quel centravanti con chili e centimetri che tanto manca nella rosa bianconera. Invece la vicenda Lukaku si è definita nettamente in anticipo rispetto a quella di CR7 e così Marotta e Ausilio hanno avuto la strada spianata verso il bomber di Sarajevo", si legge sul Corsport.

tutte le notizie di