FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Baggio: “All’Inter sono stato bene, Moratti mi amava. Ronaldo unico”

MILAN, ITALY - FEBRUARY 27:  Roberto Baggio and Massimo Moratti during the preview screening of the 'Zanetti Story' on February 27, 2015 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani - Inter/Getty Images)

Il Divin Codino ricorda anche il Fenomeno: "Che giocatore, veniva dal futuro"

Raffaele Caruso

Roberto Baggio, ex attaccante dell'Inter e Pallone d'oro 1993, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Revista Libero, soffermandosi anche sulla parentesi nerazzurra dal 1998 al 2000.

"La mia famiglia è interista. Mio fratello Eddy più di tutti - racconta -. All'Inter sono stato bene. Moratti mi ha amato senza limiti e per me è stato un onore. I due gol nella partita chiave per un posto in Champions contro il Parma sono stati l'ultimo regalo che ho fatto loro. Una notte magica, indimenticabile per tutti. Ronaldo? Mamma mia che giocatore. Veniva dal futuro. Ha giocato un calcio di tecnica e velocità in anticipo sui tempi. L'ho visto fare cose inaudite, che nessuno aveva fatto o pensato fino ad allora, era unico".

"In Italia si parla di 'Pazza Inter'.Nel loro DNA c'è questo: la capacità di grandi vittorie e sconfitte inaspettate. Quando ero lì ci mancava anche la continuità - afferma il Divin Codino cercando di spiegare il significato di Pazza Inter -. Abbiamo giocato buone partite e abbiamo avuto grandi giocatori, ma ci mancava continuità. Va anche detto che il livello di concorrenza allora era molto alto. Era l'epoca d'oro del nostro calcio, gli anni Novanta. Per fortuna quel problema di continuità dell'Inter è stato corretto con Mancini o Mourinho,pur senza tralasciare il carattere di follia che lo caratterizza".

 

tutte le notizie di