(ANSA) - ROMA, 09 AGO - Ha preso il via, presso la Corte d'appello della Figc a Roma presieduta da Sergio Santoro, il processo di secondo grado sui ricorsi presentati da Parma, dal suo tesserato Emanuele Calaiò e dal Palermo contro le sanzioni inflitte dal Tribunale federale nazionale lo scorso 23 luglio. In primo grado, per il caso degli sms di Calaiò in occasione della sfida di Serie B contro lo Spezia, il club gialloblu è stato condannato a una penalizzazione di 5 punti sul prossimo campionato di Serie A, mentre per il calciatore è stata inflitta una condanna di 2 anni di stop e 20.000 euro di multa. Il dispositivo è atteso entro stasera.

VIDEO - COLIDIO-GOL E L'ARGENTINA VINCE IL COTIF, MA CHE PAPERA DEL PORTIERE

Sezione: Il resto della A / Data: Gio 9 Agosto 2018 alle 15:20 / articolo letto 4072 volte / Fonte: ANSA
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8