il resto della a

Bologna, Mihajlovic: “Già dopo l’Inter dissi che contro le top 7 saremmo cambiati”

UDINE, ITALY - MAY 08:  Sinisa Mihajlovic head coach of Bologna FC looks on during the Serie A match between Udinese Calcio  and Bologna FC at Dacia Arena on May 08, 2021 in Udine, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il tecnico del Bologna dopo il 3-0 rifilato ai biancocelesti: "Se giochi così anche se non fai risultato non hai niente da rimproverarti"

Daniele Alfieri

"Come ho detto prima, ero convinto che avremmo fatto una grande partita e così è stato. Ho parlato tutta la settimana e ho detto che se fossimo scesi in campo con intensità, atteggiamento giusto e concentrazione avremmo avuto possibilità di vincere. In queste sette partite ci è mancata la continuità di questi tre fattori". Parla così Sinisa Mihajlovic a Sky Sport dopo il roboante successo per 3-0 del suo Bologna sulla Lazio. Il tecnico dei rossoblu era salito sul banco degli imputati in particolare dopo la sconfitta per 6-1 subita a San Siro contro l'Inter. "Mi sono complimentato con i ragazzi e gli ho detto di riflettere sul perché non facciamo sempre una gara cosi. Se giochi così anche se non fai risultato non hai niente da rimproverarti".

A DAZN il serbo ha poi aggiunto: "Io sono tifoso della Lazio, non posso esultare nonostante voglia bene al Bologna e questa vittoria ci serviva. Quando la Lazio subisce gol sento qualcosa dentro che non mi fa gioire a pieno. A parte gli scherzi, nulla accade per caso: se noi andiamo in campo con la concentrazione giusta facciamo delle grandi partite. Non vorrei pensare che sia tutto merito del cambio modulo, l'importante è lo spirito con cui entri in campo. Infatti ho chiesto proprio questo ai ragazzi dopo la partita. Si può anche perdere, ma se abbiamo questo atteggiamenti non ci possono essere rimpianti. Dipende tutto da noi: siamo convinti che a fine stagione staremo nella parte sinistra della classifica. La chiave è la concretezza? Già dopo la partita con l'Inter avevo detto che contro le top 7 avremmo cambiato qualcosa. Oggi li abbiamo aspettati più bassi raddoppiando sugli esterni per ripartire, i ragazzi hanno interpretato in maniera perfetta la partita".

tutte le notizie di