Arriva il commento amaro di Armando Madonna dopo l'eliminazione dell'Inter dalla Coppa Italia Primavera, con i nerazzurri battuti anche nel match di ritorno dalla Fiorentina. Ecco le parole del tecnico raccolte dall'inviato di FcInterNews:

Eliminazione dalla Coppa Italia, eppure c'era stato il vantaggio di Colidio: qualche rimpianto?
"Dovevamo vincere e siam partiti forte, trovando il gol. Poi abbiamo sprecato e loro han segnato al primo tiro in porta. Poi si è tutto complicato nella ripresa, soprattutto negli ultimi 20 minuti. Eppure abbiamo colpito una traversa e sprecato altre 3-4 palle-gol. Purtroppo ultimamente loro con noi fanno gol al primo tiro in porta".

Quattro ko su quattro con la Fiorentina in questa stagione.
"Se contiamo le occasioni da gol in tutte le partite, penso ne abbiamo create più del doppio rispetto a loro. Paghiamo l'imprecisione nelle conclusioni e distrazioni difensive. Poi loro davanti sono bravi e se non segni le partite non le vinci".

Cosa si salva di questa prestazione?
"Sono 2-3 mesi che facciamo prestazioni, purtroppo subiamo qualche gol di troppo anche se i tiri in porta subiti sono pochi. Dobbiamo essere più solidi in fase difensiva, per il resto occasioni ne creiamo, a livello fisico ci siamo. Ma ripeto: in campionato abbiamo recuperato su tutte e siamo lì. Facciamo anche bene nella partite che contano, come col Torino e oggi. Siamo in salute, siam partiti bene, carichi: ero convinto avremmo vinto".

Ora c'è la partita con la Roma e il Viareggio: sarà importante recuperare fisicamente o più psicologicamente?
"Dico fisicamente, perché stiamo facendo tante partite dall'inizio dell'anno. Per il resto, non è che ci dobbiamo dare delle frustate. Siam competitivi. Siam partiti così così visto che in tanti eravamo nuovo, ma adesso ce la giochiamo con tutti. Ci tenevamo tantissimo alla finale, ma non ci siamo riusciti".

VIDEO - EINTRACHT-INTER, LA VIGILIA: KEITA SCALDA I MOTORI, SPALLETTI "GIOCOLIERE". FLESSIONI PER DE VRIJ

Sezione: Giovanili / Data: Mer 6 Marzo 2019 alle 18:40 / Fonte: Dall'inviato - Federico Rana
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print