Questa mattina, a Nyon, sono stati sorteggiati i gironi della Fase élite del Campionato Europeo Under 19 e Under 17: l’Under 19 affronterà Serbia, Ucraina e Belgio, mentre l’Under 17 dovrà vedersela con Austria, Romania e Turchia. L’obiettivo per le due nazionali azzurre è cercare di ripetere l’entusiasmante cavalcata della passata stagione, quando entrambe raggiunsero la finalissima per arrendersi soltanto ai supplementari con il Portogallo, l’Under 19, e ai rigori con l’Olanda, l’Under 17.

"Possiamo dire che non siamo stati fortunati – dichiara da Nyon il coordinatore della nazionali giovanili maschili Maurizio Viscidi – perché in quarta fascia abbiamo pescato con l’Under 19 il Belgio e con l’Under 17 la Turchia. Ci aspettano due gironi complicati e sarà molto difficile ripetere lo straordinario percorso dell’anno scorso, ma se abbiamo vinto i gironi della prima fase facendo percorso netto vuol dire che le potenzialità per andare avanti ci sono".

Sarà di scena in Italia dal 20 al 26 marzo l’Under 19, che nella prima fase ha vinto a punteggio pieno il proprio girone grazie ai tre successi su Estonia (3-0), Finlandia (3-0) e Danimarca (1-0). Davanti ai propri tifosi gli Azzurrini dovranno superare i pari età di Serbia, Ucraina e Belgio per aggiudicarsi il primo posto del Gruppo 6 che vale l’accesso alla Fase finale in programma dal 14 al 27 luglio in Armenia. “Il Belgio è una nazionale di altissimo livello – sottolinea Viscidi – e si trova in quarta fascia solo perché non ha fatto bene nella prima fase delle qualificazioni. La Serbia ha giocatori tecnici e agonisticamente validi così come l’Ucraina, che l’anno scorso ha raggiunto la Fase finale”.

Sezione: Giovanili / Data: Gio 6 Dicembre 2018 alle 20:27 / articolo letto 1333 volte / Fonte: Figc.it
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari