FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

Veron: “Si vede la mano di Inzaghi: spero batta la Juve. Consiglio Alvarez”

MILAN, ITALY - FEBRUARY 05:  Juan Veron of Inter Milan (C) in action during the Serie A match between Inter Milan and Chievo at the Giuseppe Meazza Stadium on February 5, 2006 in Milan, Italy.  (Photo by New Press/Getty Images)

L'ex centrocampista nerazzurro: "Inter più solida dei bianconeri. In Serie A ha perso una partita su venti: non può essere un caso"

Alessandro Cavasinni

Juan Sebastian Veron, decisivo nell'unico precedente in Supercoppa tra Inter e Juve nel 2005, parla del match di stasera anche al Corriere dello Sport.

A livello psicologico battere la Juve fu importante.

"Importantissimo perché il successo arrivò contro la formazione che dominava in quegli anni. Anche se quello era un altro calcio italiano...". 

Vuol dire precedente allo scandalo di Calciopoli...

"Niente polemiche. La mia è solo una constatazione".

 

Inzaghi può riuscire a fare il bis?

"Io ci credo. L’Inter sta facendo un grande campionato ed è prima con merito. In Serie A ha perso una partita su venti: non può essere un caso. Giocare a San Siro sarà un ulteriore vantaggio". 

Quando era suo compagno alla Lazio, si aspettava che Simone potesse diventare un allenatore così bravo?

"Era giovane ed era difficile predirlo, ma capiva di calcio, anche se allora il suo primo pensiero era... segnare (ride, ndr)". 

Che tecnico è Inzaghi?

"Bravo e moderno. Alla Lazio ha fatto grandi cose e dopo che è passato all’Inter ha iniziato subito forte. Arrivava nella formazione campione d’Italia, ma ha avuto il coraggio di imporre il suo modo di vedere il calcio, di cambiare il gioco che aveva portato Conte. La sua mano ora si vede chiaramente nella squadra".

Inter favorita?

"La classifica dice questo, ma in partite secche spesso decidono gli episodi e le invenzioni dei fuoriclasse".

Pronostico secco: come finirà Inter-Juventus?

"Spero con una vittoria dell’Inter che mi sembra anche più solida per quello che ha fatto vedere finora. La Juve inoltre ha qualche assenza che potrebbe pesare". 

Se dovesse dare un consiglio per... gli acquisti alle formazioni italiane, quale suo connazionale suggerirebbe?

"Julian Alvarez è un gradino sopra tutti. Per quello che ha dimostrato nel River, credo si sia meritato un’occasione di giocare in un grande club europeo. In Europa è tutto diverso, soprattutto nelle principali Leghe, ma secondo me lui è pronto". 

tutte le notizie di