FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

Perisic: “Non mi piace parlare di futuro. Inter? Vedremo cosa potrà succedere”

Perisic: “Non mi piace parlare di futuro. Inter? Vedremo cosa potrà succedere”

L'esterno nerazzurro parla in conferenza stampa alla vigilia di Real Madrid-Inter

Stefano Bertocchi

È Ivan Perisic il giocatore scelto dall'Inter per inquadrare il delicato match contro il Real Madrid dove c'è in palio il primo posto del Gruppo D di Champions League. L'esterno croato parla al fianco di Simone Inzaghi in conferenza stampa.

Si fa un parallelo tra questa Inter e quella dello scorso anno. Tu che sei stato protagonista, puoi spiegarci che differenze ci sono? 

"Secondo me non c'è tanta differenza, giochiamo con lo stesso sistema e ci conosciamo da tanti anni. Il modulo è uguale, quest'anno abbiamo fatto meglio in Champions perché abbiamo creato di più e fatto più gol. Abbiamo meritato di passare il girone, mentre l'anno scorso è mancato poco".

Hai vinto tantissimo al Bayern e lo scorso anno, ora sei in scadenza di contratto. È possibile la tua permanenza all'Inter oppure hai già deciso di chiudere l'esperienza?

"Gli ultimi due anni sono stati bellissimi per me, ma è il passato. Ho fame come tutta la squadra e vogliamo vincere anche quest'anno. Non mi piace parlare di futuro, sono concentrato su questo periodo e vogliamo dare tutto".

Dove sei migliorato così tanto? C'è qualcosa che ti ha spinto al miglioramento?

"L'anno scorso ho cambiato posizione, è stata un po' difficile perché è un ruolo più difficile rispetto a quello di prima. Vediamo tra un paio di mesi se sarà la miglior stagione, perché se non si vince non sarà così. Speriamo di godere come l'anno scorso. All'Europeo ho avuto il Covid e poi un po' di giorni per riposarmi bene, ho lavorato tanto e spero di continuare così".

Nelle scorse settimane si è scritto che eri più tentato di andare all'estero, ma sembra che lasci aperte tutte le porte. Anche per restare a Milano.

"Come ho detto prima non mi piace parlare di futuro. Sono concentrato sulla partita di domani, vogliamo finire il girone al primo posto. Abbiamo tempo, parleremo e tra un paio di settimane vedremo cosa potrà succedere".

Nello spogliatoio si parla di come arginare un giocatore forte come Vinicius?

"Sicuramente parliamo tra di noi perché è un giocatore in forma, ho visto quasi tute le partite del Real e sta giocando bene. Sono forti, dobbiamo giocare come una squadra e fare il nostro calcio perché se continuiamo come nelle ultime settimane domani sarà una grande partita".

Secondo te nel calcio croato c'è un prima e un dopo Modric?

"Luka è prima un ragazzo e poi un calciatore veramente top. È il mio capitano, ho tanto rispetto per lui. Aiuta sempre tutti noi. Sarà difficile per chi verrà dopo di lui, ma in Croazia ci sono tanti talenti come Brozovic e Kovacic che giocano nella sua posizione e che sanno fare bene. Speriamo non possa giocare domani perché sarebbe più facile per noi. È un giocatore fantastico".

tutte le notizie di