FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

GdS – Lautaro senza gol: l’ultimo al Sassuolo. Inzaghi studia soluzioni

MILAN, ITALY - NOVEMBER 07: Lautaro Martinez of FC Internazionale looks dejected during the Serie A match between AC Milan and FC Internazionale at Stadio Giuseppe Meazza on November 07, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images )

Il Toro ha pagato anche gli sforzi nell'ultima sosta con l'Argentina, ma non solo

Alessandro Cavasinni

Sette partite senza segnare. La Gazzetta dello Sport sottolinea il periodo di astinenza di Lautaro, che con la maglia nerazzurro non va in rete dal match con il Sassuolo: da lì in poi, era il 2 ottobre, niente gioie. E l'Inter ha grande necessità di rivedere il 'vero' Lautaro in zona-gol.

"Inzaghi la spiega come altrimenti non può fare: «Gli attaccanti vivono di momenti, presto la cosa si risolverà». Ci sono però anche altre letture del momento dell’argentino - spiega la rosea -. L’Inter, com’è noto, dopo la gara con la Lazio ha trovato un equilibrio e una compattezza sconosciuti a inizio stagione. E questo, se non ha diminuito le occasioni da rete, ha certamente modificato il baricentro di squadra. Dzeko e Lautaro sono oggi geograficamente meno vicini in campo rispetto a inizio stagione. C’è minor dialogo tra i due, si trovano con meno semplicità rispetto alle prime giornate. E questo non può non incidere. È un aspetto tattico da risolvere". Insomma, secondo la Gazzetta, è soprattutto una questione tattica, di squadra. Poi c'è da dire che il Toro è tornato provato dal triplo impegno con l'Argentina nell'ultima sosta.

Soluzioni? "Una mano arriva dal calendario - si legge -. Perché l’ultimo impegno con l’Argentina è la sfida al Brasile in programma la notte tra il 16 e il 17 novembre. Vuol dire che nella peggiore delle ipotesi il Toro avrà comunque gli allenamenti pieni di venerdì e sabato prima del match con il Napoli. Il recupero sarà meno forzato". Poi toccherà a Inzaghi calibrare le trame offensive, sfruttando anche la crescita di Calhanoglu e di Dumfries, e magari gestire il nervosismo dell'argentino, che secondo la Gazzetta ultimamente è apparso parecchio agitato in campo.

tutte le notizie di