FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

GdS – Ingaggi ed età media: Dzeko l’eccezione, il progetto è chiaro

GdS – Ingaggi ed età media: Dzeko l’eccezione, il progetto è chiaro

L'analisi della Gazzetta dello Sport sulle strategie dell'Inter

Alessandro Cavasinni

L'Inter sta prendendo il green-pass, dove green sta per giovane età. Secondo la Gazzetta dello Sport, infatti, il club nerazzurro a inizio mercato aveva due obiettivi: abbassare il monte ingaggi e l'età media. Il primo è stato raggiunto, sul secondo ci si sta lavorando. Basti pensare che, a eccezione di Dzeko e del terzo portiere Cordaz,  si è puntato su elementi freschi. Calhanoglu, il più 'anziano', ha 27 anni. E lo stesso Inzaghi, con i suoi 45 anni, è il tecnico più giovane delle big.

E la stessa linea si sta tenendo per i rinnovi di contratto. I punti fermi sono chiari: Bastoni, Lautaro e Barella. Loro tre sono i cardini del presente e del futuro. Poi c'è l'altra faccia della medaglia, ossia quei contratti che i nerazzurri non sembrano intenzionati ad allungare: è il caso di Handanovic, Perisic e Vidal, tutti in scadenza nel 2022. Ma pure Kolarov, D'Ambrosio e Ranocchia. Sanchez, oggi in terza fila nelle gerarchie dell’attacco di Inzaghi, ha invece un accordo fino al 2023. "È chiaro che, ragionando in prospettiva, l’idea del club sia quella di abbassare sempre di più anche l’età delle seconde linee: non è stato possibile farlo quest’estate, ma il discorso tornerà d’attualità in futuro - spiega la rosea -. È un progetto, peraltro, condiviso con Inzaghi. Progetto che ha bisogno di appoggiarsi ai risultati, però. Ecco perché quando il tecnico ha chiesto Dzeko per sostituire Lukaku, l’eccezione è stata contemplata. Ecco perché se serve uno sforzo, il rinnovo di Lautaro arriva fino a quota 6 milioni netti a stagione. Ecco perché la qualificazione agli ottavi Champions è obiettivo vitale: più giovani, ma non meno forti".

tutte le notizie di