FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

GdS – Dzeko, visite e firma. E per il secondo colpo occhio a Vlahovic

PARMA, ITALY - MARCH 14: Edin Dzeko of A.S Roma looks on as he warms up prior to the Serie A match between Parma Calcio  and AS Roma at Stadio Ennio Tardini on March 14, 2021 in Parma, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Oggi è il giorno dell'attaccante bosniaco che sbarca a Milano. Ma l'Inter non si ferma e si cerca un'altra punta per Inzaghi

Alessandro Cavasinni

Stavolta ci siamo davvero. Come conferma anche la Gazzetta dello Sport, oggi è il giorno delle visite di Edin Dzeko, che arriverà a Milano per espletare le formalità mediche prima di apporre la sua firma sul contratto che lo legherà all'Inter per due anni. Il bosniaco, dopo il disco verde di Mourinho, arriva in nerazzurro attraverso circa 2 milioni di indennizzo ai giallorossi. Un intreccio Roma-Milano-Londra, visto che Dzeko raccoglie all'Inter l'eredità di Lukaku volato al Chelsea e che, proprio dal Chelsea, dovrebbe partire Abraham per andare a prendere il posto del bosniaco alla corte di Mou.

"Dzeko non sarà comunque l’unico nuovo attaccante dell’estate nerazzurra - assicura la rosea -. Da giorni si parla di Duvan Zapata, ma ormai è chiaro che l’Atalanta non si priverà del colombiano, se prima non avrà individuato il suo sostituto. Il surplace, però, non sta bene a Marotta e Ausilio che stanno vagliando delle soluzioni alternative. In attesa di formalizzare l’offerta alla Lazio per il TucuCorrea, il preferito di Inzaghi, viene valutato pure Moise Kean: l’azzurro si era fatto notare nella Juve proprio sotto gli occhi dell’a.d. nerazzurro e non vuole tornare all’Everton dopo la positiva esperienza al Psg. La giornata di ieri è stata poi importante anche sul fronte di Dusan Vlahovic: la Fiorentina valuta il serbo 70 milioni, facendosi forte anche delle sortite di Tottenham e Arsenal, onnipresenti su questi schermi. L’Inter segue l’asta con cautela: in questo momento manca il via libera da Nanchino per una simile spesa. Ma se per caso arrivasse l’extra-budget...".

tutte le notizie di