(ANSA) - ROMA, 27 DIC - Non è un problema imminente, ma l'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola, pensa già a quanto sarà difficile sostituire Sergio Aguero, che definisce "insostituibile", se l'argentino decidesse di lasciare il club a fine contratto, nel 2021 (si è parlato anche di Lautaro Martinez). Aguero, 31 anni, è il miglior marcatore nella storia del club, con 244 gol segnati dal 2011 e, nonostante alcuni recenti problemi. ha già trovato la rete 13 volte (nove in Premier) in questa stagione. Numeri che chiunque faticherà a replicare, ammette il tecnico catalano: "Abbiamo un altro incredibile attaccante nella squadra, Gabriel Jesus, e forse un altro verrà quando Sergio se ne andrà ma è insostituibile. - ha detto Guardiola -.

Inoltre è una gioia lavorare con lui e vedere come accetta le mie decisioni. A dire la verità non conosco le sue intenzioni ma per ora tutto va meravigliosamente. Non ho mai visto una grande stella come lui essere così umile, così divertente". (ANSA).

Sezione: Focus / Data: Ven 27 dicembre 2019 alle 14:58 / Fonte: ANSA
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
vedi letture
Print