FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

focus

CdS – Attacco, difesa e rimonte: i numeri da scudetto di Inzaghi

FLORENCE, ITALY - SEPTEMBER 21: Simone Inzaghi manager of FC Internazionale celebrate the victory during the Serie A match between ACF Fiorentina v FC Internazionale on September 21 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L'analisi del Corriere dello Sport sull'avvio dei campioni d'Italia

Alessandro Cavasinni

Dopo le ansie e i timori estivi, l'Inter si risveglia in autunno con più certezze di quante anche il più ottimista tra i nerazzurri poteva immaginare. Tre punti in più rispetto all'anno passato a questo punto del campionato e due rimonte in trasferta (Verona e Firenze) che sono lì a dimostrare la solidità del gruppo campione d'Italia.

Il Corriere dello Sport analizza tre dati in particolare per fotografare lo stato di salute dell'Inter di Inzaghi. I diciotto gol fin qui segnati sono sinonimo di estrema efficacia nonostante l'addio di Lukaku e Hakimi. Peraltro, finora il tecnico ha potuto contare su Sanchez e Correa solo a mezzo servizio, quindi ci sono eccome margini di miglioramento. Stesso discorso il Corsport lo fa per la difesa: 8 gol incassati l'anno scorso, appena 5 finora. La capacità di reagire è venuta fuori proprio nelle due rimonte lontane da San Siro, quando la gara si era complicata e non poco.

"Inzaghi punta a migliorare l'exploit iniziale di Conte due anni fa - si legge -. Quella volta l'Inter partita a razzo, con sei pieni, si era fermata alla settima giornata. Adesso il pareggio contro la Sampdoria intralcia l'idea di un percorso immacolato, per Inzaghi. Perciò si guarda già oltre, in un concentrato di ambizioni: un po' per disarcionare la concorrenza e pure per portare sempre più i numeri dalla propria parte".

tutte le notizie di