"Un asse con la Juve o con l’Inter? Il Sassuolo semmai è il giardino d’Europa. Dopo gli affari con il Chelsea (Boga) ora abbiamo stretto un patto con il Barcellona (Marlon) e il nostro vanto sarà quello di pescare i migliori talenti del Continente". Queste le parole di Giovanni Carnevali, dg del Sassuolo, che ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport nel giorno della sfida con la Juventus.

Una Juve meno amica che in passato: il no per Rogerio al Chelsea non ha aiutato Paratici...
"Il Sassuolo ha dimostrato forza e coerenza: non vende a gennaio. Magari in estate acquistiamo Rogerio, in prestito da noi. È già successo con Lirola".

Ora tutti pensano che virerete sull’Inter.
"Coi nerazzurri abbiamo già un buon rapporto: ad agosto con Ausilio abbiamo chiuso Politano. Ma in questi anni abbiamo fatto i maggiori affari con la Roma: Lorenzo Pellegrini ne è la prova".

Però con Marotta alla Juve tutto era più facile.
"Sbagliato. È uno dei dirigenti più capaci, abbiamo lavorato insieme 6 anni tra Monza, Ravenna e Como: è stato il mio maestro, siamo amici. Ma trattare con lui è impossibile".

Cioè?
"È rigoroso, dura smuoverlo quando tutela gli interessi della sua società. In occasione dei miei no per Zaza e Berardi in bianconero, lo dissi a Paratici: Fabio è più comprensivo. E non vedo nubi tra noi. Ho un buon rapporto anche con Allegri: a Pavia nel ‘90 lui giocava e io ero d.g.: da lì facemmo il salto".

Come sono i rapporti in Lega?
"La Juve in questi anni ha fatto un salto incredibile, meritato. Ma con gli altri club fatica a legare. Peccato. Per carità, è un difetto di tutti, ciascuno pensa per sé e il nostro calcio ha perso troppo tempo: non è cresciuto. Invece io penso che la Juve potrebbe essere la nostra locomotiva".

E qual è il ruolo dell’Inter?
"Marotta è un top player e la famiglia Zhang ha grandi progetti. Vinceranno presto, ma soprattutto aiuteranno a crescere la Serie A".

Avete stoppato Sensi e Duncan.
"Non solo loro. In estate ne riparliamo, non freniamo nessuno. Anche Boateng, ad esempio, meritava di giocarsi la chance del Barça. Ed è un vanto anche per noi: in Catalogna prima mica sapevano dov’è Sassuolo...".

VIDEO - IL TORO MANDA IN VISIBILIO TRAMONTANA: L'INTER SBANCA PARMA

Sezione: Focus / Data: Dom 10 Febbraio 2019 alle 08:25 / articolo letto 10178 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni