FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

esclusive

FcIN – Vecino chiede un triennale per rinnovare: la situazione

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 18: Matias Vecino of FC Internazionale celebrates his goal during the Serie A match between FC Internazionale and Bologna FC at Stadio Giuseppe Meazza on September 18, 2021 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani - Inter/Inter via Getty Images)

L'uruguaiano ha superato i guai fisici, ieri contro il Bologna ottima prestazione. L'agente Lucci incontrerà la dirigenza nelle prossime settimane

Redazione FcInterNews

Il problema muscolare di qualche ora prima che ha bloccato Arturo Vidal ha aperto le porte di Inter-Bologna a Matias Vecino, schierato titolare per la prima volta da Simone Inzaghi. Il quale ha sempre speso ottime parole per l'uruguaiano, proprio colui che il 20 maggio 2018, con un colpo di testa al minuto 81, gli tolse all'improvviso la qualificazione alla Champions League della Lazio. Nessun rancore, anzi. Per Inzaghi oggi Vecino è un giocatore importante, soprattutto oggi che i problemi fisici lo hanno finalmente abbandonato. Non fosse stato costretto a viaggi transoceanici nella pausa per le Nazionali, l'ex Fiorentina avrebbe probabilmente avuto più chance di giocare finora. Ma per lui è iniziato un nuovo corso in nerazzurro e ha tutte le intenzioni di tornare protagonista.

C'è però un problema da risolvere: il contratto in scadenza nel giugno 2022. Ergo, tra meno di 10 mesi Vecino potrebbe cambiare squadra senza garantire all'Inter alcun euro. Peggio ancora, tra meno di 5 mesi potrebbe persino essere annunciato da un altro club come futuro ingaggio a parametro zero. Per questo non c'è solo Marcelo Brozovic tra le priorità di Beppe Marotta e Piero Ausilio alla voce rinnovi. Anche il Nazionale Celeste vuole capire se continuerà a Milano oppure dovrà valutare alternative. Nella sua testa c'è voglia di rimanere, però anche qualche garanzia per il futuro. La richiesta è almeno un triennale, non poco per un calciatore classe '91. Per quanto concerne lo stipendio, nessuna pretesa particolare, potrebbe andargli bene anche la conferma di quello attuale (2,5 milioni più bonus).

Nelle prossime settimane l'agente Alessandro Lucci incontrerà i dirigenti dell'Inter per provare a intavolare il discorso rinnovo. Gli ottimi rapporti tra le parti saranno sicuramente un vantaggio per venirsi incontro, e questo è un bene visto che se davvero si liberasse a zero Vecino avrebbe più di una proposta per trasferirsi. In particolare, da tempo viene monitorato nella Capitale, dove Lazio e Roma non disdegnerebbero un colpo low cost del genere. Ma la priorità è per l'Inter e la prestazione di ieri contro il Bologna potrebbe chiarire ulteriormente le idee in Viale della Liberazione.

tutte le notizie di