Al termine della partita contro la Fiorentina, vinta grazie al gol di Sebastiano Esposito, il tecnico dell'Inter Under 19 Armando Madonna si presenta al microfono dell'inviato di FcInterNews.it per commentare l'andamento del match contro i viola:

Oggi forse la prestazione più organica del suo 3-5-2, si sono visti bene i centrali e Persyn e Colombini sono stati i migliori in campo, poi anche l'ingresso di Burgio è stato positivo e l'attacco è andato bene. Qual è l'indicazione più positiva che trae da questa gara?
"Anche in altre partite avevamo fatto bene, anche se non per tutto il match. Oggi abbiamo dato continuità per 90 minuti, non abbiamo mai mollato e questa è la cosa che mi fa più piacere. Sul piano fisico, dopo la terza partita in una settimana stiamo bene e questo è il lavoro che dobbiamo portare avanti. Anche quelli che hanno giocato meno si sono scambiati e han fatto buone gare".

Avete controllato bene la Fiorentina, che quando ha avuto le occasioni ha trovato uno Stankovic in forma con due interventi decisivi. Ma mai si era vista l'anno scorso un'Inter così dominante coi viola. Può dirsi un passo avanti anche a livello di mentalità?
"L'anno scorso, due gare su quattro non meritavamo di perderle. In campionato abbiamo sbagliato tanti gol, ci hanno puniti gli episodi. Quest'anno siamo riusciti a cambiare risultato ma non farei paragoni. Ci sono tanti giocatori nuovi rispetto all'anno scorso, ogni annata ha le sue problematiche. Stiamo vincendo ma c'è da lavorare sui movimenti, sulla concentrazione. Sono ragazzi del 2002 che sono abituati a giocare a ritmi diversi da quelli della Primavera. Oltretutto, negli Allievi loro erano più forti ed erano abituati a vincere tre o quattro zero mentre qui devi lottare. Oggi hanno lottato e questo comincia ad essere un segnale positivo".

Agoume ha fatto una prestazione totale, anche meglio rispetto alle prime due uscite.
"Agoume è un giocatore importante, ha personalità come Esposito, Pirola e Kinkoue. Sono giocatori che hanno lavorato con la prima squadra, così come Ntube. Esposito e Agoume sono stati sempre in prima squadra, hanno personalità e scendono in campo con voglia di giocarsi delle chance perché sanno che l'allenatore del piano di sopra li guarda e per loro è importante farsi vedere". 

Sezione: Esclusive / Data: Sab 21 Settembre 2019 alle 16:00 / Fonte: Dall'inviato Mattia Zangari
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print