FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

esclusive

L’ag. di Lazaro a FcIN: “Benfica scelta giusta. Prestito senza obbligo o diritto”

L’ag. di Lazaro a FcIN: “Benfica scelta giusta. Prestito senza obbligo o diritto”

Max Hagmayr: "Quando abbiamo firmato per i nerazzurri eravamo convinti potesse fare molto bene a Milano. I portoghesi lo seguono da quando lui aveva 16-17 anni"

Simone Togna

Il presente si chiama Benfica. Per un’avventura che in cui far (ri)vedere al mondo chi sia il vero Valentino Lazaro. Max Hagmayr, l’agente del laterale austriaco, in esclusiva per FcInterNews, racconta tutti i retroscena relativi al passaggio del suo assistito in Portogallo.

Quanto è stata difficile questa trattativa?

“Non è stata facile, c’erano altri due club interessati al giocatore più il Borussia Dortmund. Dovevamo e volevamo prendere la decisione migliore per Tino: lui voleva giocare, meglio in una squadra che partecipa alla Champions League, per dimostrare di nuovo le sue qualità. Direi che il Benfica è una scelta più che azzeccata”.

Ad inizio estate Tino voleva restare all’Inter. Poi cosa è successo?

“Quando abbiamo firmato per i nerazzurri eravamo convinti potesse fare molto bene a Milano. Poi, dopo soli sei mesi è andato via in prestito, come l’annata seguente. Nella sua testa esiste la convinzione di essere un giocatore da Inter”.

Cosa le ha detto l’Inter a luglio?

“Lasciamo da parte il passato e guardiamo il presente. Adesso tutto dipende da come Tino giocherà col Benfica”.

Beh, però si può solo dire che la decisione di prestare Lazaro sia della dirigenza e non Inzaghi?

“Diciamo che dovrebbe essere così”.

La formula del trasferimento cosa prevede?

“È un prestito secco di un anno, senza obbligo e diritto”.

E Tino è convinto.

“Sì, l’Inter un top club, ma lo stesso vale anche per il Benfica. Giocherà in un campionato competitivo e in Champions League. Quindi bene così”.

Non c’è però la paura che andando via in prestito, possa succedere la stessa cosa dei precedenti prestiti?

“Pensiamo positivo. Tino farà di tutto per giocare e dare il massimo. Il Benfica lo segue da quando lui aveva 16-17 anni. Avevano provato a prenderlo in prestito pure nella passata annata. Quindi sicuramente esiste il giusto feeling”.

tutte le notizie di