Yuri Alberto e Kaique Rocha, rispettivamente attaccante e difensore del Santos, che secondo la stampa locale erano (e sono) sul taccuino dell’Inter, e che eventualmente sarebbero anche potuti arrivare in Italia con un’operazione simile a quella di Brazao, non si sono mossi dal Brasile per una ragione ben precisa. Secondo quanto raccolto da FcInterNews,it, da una fonte molto vicina ai due giocatori, il nuovo tecnico del Peixe Jorge Sampaoli ha messo infatti il veto sulle cessioni di entrambi i tesserati. Il motivo è semplice. Si tratta dei gioiellini più preziosi del club, la società vuole valorizzarli e il mister argentino crede ciecamente nelle loro capacità nonostante non siano ancora dei cardini della prima squadra.

In più il valore attuale attribuito ai due dai dirigenti del Santos è già altissimo: Yuri Alberto costa 30 milioni. Chi invece vuole assicurarsi le prestazioni di Kaique Rocha dovrà sborsare 20 milioni di euro cash. Prezzi inaccessibili per l’Inter, almeno fino a luglio. Per quanto possano essere cifre trattabili, restano comunque somme alte per dei potenziali campioncini, non ancora stelline affermate. I nerazzurri quindi, così come svariate altre compagini straniere, continueranno ad osservare da vicino i due atleti e qualora dovessero decidere di puntare su di loro, potranno sfoderare la propria offensiva nei mesi a venire. Nella prossima finestra di mercato, con introiti maggiori per la Beneamata. Esperienza e minutaggio importanti per la punta e per il roccioso centrale brasiliani. E soprattutto con la porta, anzi le porte, destinate agli extracomunitari libere. Il che significherebbe (almeno nel campo delle ipotesi) Inter da subito e nessun giro in società amiche.

Sezione: Esclusive / Data: Ven 8 Febbraio 2019 alle 21:50
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print