Prime ore da giocatore del Bayern Monaco per Ivan Perisic che spera che quella bavarese possa essere l’ultima tappa della sua carriera. Sorriso sulle labbra e look casual come testimonia lo scatto relativo alla firma sul contratto insieme al diesse Hasan Salihamidzic e al vice presidente Karl-Heinze Rummenigge. Il croato, infatti, ha accettato il ritorno in Bundesliga in prestito oneroso con diritto di riscatto a 20 milioni con l’intenzione di riuscire a lasciare il segno. La stima di Niko Kovac è stata fondamentale e Perisic è convinto di strappare la riconferma tra 10 mesi. A quel punto scatterebbe un biennale con opzione per il terzo anno. Questa l’intesa impostata con Uli Hoeness e Rummenigge dal suo manager Nelio Lucas.

Insomma, nei piani non c’è il ritorno all’Inter ma la voglia di vivere una nuova avventura dopo le quattro positive stagioni in nerazzurro. Anche da parte del Bayern che per motivi di bilancio ha preferito per quest’anno “affittare” l’esterno offensivo classe 1989 per circa 5 milioni, non pochi comunque per una sola stagione. L’intento, infatti, sarà quello - se le cose dovessero andare bene - di trattenerlo tra un anno a titolo definitivo. Una garanzia che Arsenal, Monaco e Siviglia non davano a Perisic. Per questo - oltre alla presenza in panchina del connazionale Kovac - ha scelto il Bayern e la maglia numero 14, quella con cui debuttò in Bundesliga ai tempi del Borussia Dortmund. Un ritorno alle origini, in tutti i sensi.

Sezione: Esclusive / Data: Mar 13 Agosto 2019 alle 20:04
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print