Pedrinho è uno dei tanti profili di giovani talenti visionati dall’Inter negli ultimi mesi (rileggi qui la nostra esclusiva con il suo agente). Dotato di tecnica e velocità notevoli, il calciatore, crack dall’avvenire praticamente certo, per “colpa di Paquetà e del Milan” molto difficilmente arriverà nella Milano nerazzurra in questa sessione di calciomercato. Per fare chiarezza. Secondo quanto raccolto da FcInterNews.it in terra brasiliana, il Corinthians, ossia la società che detiene il cartellino del classe ‘98, è convinto che il proprio gioiellino non solo potrà seguire le orme del nuovo acquisto del Diavolo, ma fare molto meglio. Ergo: se il Flamengo ha ceduto per 35 milioni di euro Paquetà in Europa, il Timão vuole incassare di più dall’eventuale partenza del proprio campioncino. Ecco perché la dirigenza paulista, certa che il 2019 sarà l’anno dell’esplosione definitiva di Pedrinho, sta provando a prolungare il contratto del giocatore, in scadenza nel dicembre del 2020. E soprattutto punta ad alzare l’attuale clausola di rescissione, stanziata a 50 milioni, portandola addirittura a 80 milioni di euro. Va da sé quindi che almeno per questa sessione di calciomercato, a meno che il Corinthians non cambi repentinamente idea, o che si inventino particolari formule di pagamento dilatate nel tempo, l’Inter non ha la forza economica per assicurarsi le prestazioni del promettentissimo calciatore. Sempre che sia ancora interessata a farsi avanti dopo un lungo periodo di monitoraggio.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 17 Gennaio 2019 alle 21:35 / articolo letto 23532 volte
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna