Andrea Ranocchia non ha dubbi: fosse per lui resterebbe ancora a lungo all’Inter. Ma a condizione di sentirsi importante nella rosa nerazzurra. Non è un segreto che il centrale umbro sarebbe molto dispiaciuto di un eventuale addio alla casacca nerazzurra. E, secondo quanto raccolto da FcInterNews.it, il calciatore auspica non solo che dalla società pervenga un’offerta congrua al suo valore, ma anche che gli venga garantita la possibilità di giocarsela con gli altri difensori in rosa. Per ulteriore chiarezza: essere considerato un uomo squadra e uno dei senatori dello spogliatoio inorgoglisce l’ex capitano e farebbe effetto su chiunque (solo pochi giorni fa Luciano Spalletti ha lodato una sua dichiarazione su Instagram). Ma il centrale classe ’88 vuole capire quali siano i veri programmi della società su di lui. Restare per non scendere praticamente mai in campo avrebbe poco senso.

Il fatto che Ranocchia non si sia mai lamentato dello scarso impiego e anzi abbia sottolineato quanto sia bello solo scendere in campo per un minuto con la maglia nerazzurra (esordio stagionale in Coppa Italia contro il Benevento domenica scorsa), non significa che disdegnerebbe di collezionare maggiore minutaggio. Ed è proprio questa l’aspettativa del difensore: ricevere una buona proposta economica dall’Inter, con l’aggiunta della garanzia di essere eventualmente tenuto per le sue qualità da giocatore sul campo e non come una pedina per le regole di Uefa o per il Fair Play Finanziario. Traduzione: Ranocchia vuole partire alla pari con gli altri difensori della Beneamata, o quanto meno poter mettere in difficoltà il mister nelle scelte su chi schierare e dimostrare sul verde quello di cui è capace.

Per ora, comunque, non c’è fretta: il giocatore classe '88, al quale al giorno d’oggi non è pervenuta alcuna offerta ufficiale (ma ci sono club pronti a farsi avanti con un triennale, Villarreal e Bologna in primis), è tranquillo. Da parte sua non c’è l’intenzione di mettere pressione a Piero Ausilio e Beppe Marotta, né di bussare alla loro porta. Con tutta probabilità i prossimi sei mesi saranno determinanti per il futuro dell’atleta, che potrà essere una prosecuzione del presente nerazzurro o una meta differente.

VIDEO - SETTANTA METRI DI CAMPO E GOL: LA PERLA DI YANN KARAMOH

Sezione: Esclusive / Data: Gio 17 Gennaio 2019 alle 11:49
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print