Intervenuto in mixed zone al termine della gara persa col Palermo, Roberto Samaden ha parlato così ai giornalisti presenti, fra i quali l'inviato di FcInterNews: "Fortunatamente la partita non aveva valore. A dicembre avevamo 10-12 punti dal Torino, una squadra forte che ha inserito a gennaio Belkheir che ha vinto due scudetti con noi: ecco, aver recuperato 15 punti al Torino vuol dire aver fatto bene. Abbiamo fatto giocare tre 2002, non so se ci sono altre squadre che han fatto giocare così tanti giocatori sotto età: mi è piaciuto comunque lo spirito oggi, anche del Palermo a cui vanno fatti i complimenti per quello che hanno fatto viste le grandi difficoltà. Hanno meritato la salvezza sul campo, sperando basti a loro per giocare ancora questo campionato. Siamo soddisfatti, l'allenatore ha fatto un grandissimo lavoro e non era facile dopo 4 anni di Vecchi: abbiamo giocato con una squadra giovane con tanti ragazzi che qui sono cresciuti come Burgio, Gianelli, Colombini ed Esposito. Siamo tra le prime 4, dimostra come la continuità paghi".

Si puntava sul ringiovanimento quest'anno, ma nonostante ciò la squadra continua a ottenere grandi risultati.
"Il lavoro del settore giovanile è basato su ciò che fa l'Inter. Sono passati tanti allenatori e persone qui che hanno trovato continuità grazie al lavoro di chi c'è stato in precedenza o nei pulcini: la differenza la fan le persone, la società. Penso che il valore vero del nostro lavoro sia dato dal valore tecnico e umano delle persone e siamo contenti della stagione, anche se c'era chi si aspettava che quest'anno stessimo fuori dalle final six, facendo una stagione normale che ci sta comunque. Da dicembre a oggi siamo la squadra che ha fatto più punti, abbiamo fatto risultati importanti in Youth League, è una stagione da 10, la lode l'abbiamo già raggiunta tante volte negli ultimi anni".

FcIN - La lode può arrivare grazie al fatto che Spalletti ha chiamato parecchi ragazzi della Primavera con sé?
"Per gli esordi dei ragazzi, dettati anche da varie necessità della Prima Squadra, ovviamente c'è soddisfazione da parte di tutti perché il nostro obiettivo è quello. Bene così, penso che il valore vero del legame sia stato dato dal legame che Spalletti ha costruito quotidianamente: i tifosi magari vedono come risultato solo l'esordio di Esposito e Merola, ma in realtà in ogni allenamento quest'anno 4-6 ragazzi hanno avuto la possibilità di allenarsi con la prima squadra ed è questo il valore vero e il contributo che noi ci sentiamo di aver dato. Un lavoro di squadra, poi gli esordi fan piacere, ma sono solo il completamento di qualcosa un po' sommerso che ha grande valore. Oggi voglio fare i complimenti al mister e a tutto lo staff: anche quest'anno abbiamo fatto un lavoro straordinario e il bilancio stagionale è ultra positivo".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - ELJIF ELMAS, IL DICIANNOVENNE CHE HA CONQUISTATO ISTANBUL

Sezione: Copertina / Data: Sab 25 Maggio 2019 alle 13:48
Autore: Andrea Morabito
Vedi letture
Print