FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Repubblica – Suning, riparte la caccia ai finanziatori. Smentite sulle voci arabe

Repubblica – Suning, riparte la caccia ai finanziatori. Smentite sulle voci arabe

Secondo La Repubblica, la strada più credibile è la permanenza di Zhang. Ma con un altro sostegno

Egle Patané

Concluso il mercato - tra i più proficui della storia nerazzurra che però darà i suoi frutti solo sul prossimo bilancio, lasciando i conti di quello attuale in rosso - la famiglia Zhang e il gruppo Suning ripartono alla ricerca di partner finanziari che possano contribuire al sostegno dell'Inter. Una notizia, innescata dalle rivelazioni di un giornalista arabo poi smentite, che - come sottolinea La Repubblica - potrebbe nascondere più di una nota di verità. Il quotidiano romano parla di apertura da parte della proprietà nei confronti di un socio di minoranza quanto ad un fondo di debito che possa immettere capitale.

I nuovi sponsor Lenovo, Socios e Zytara/DigitalBits hanno portato "ai nerazzurri una crescita del 245% nei ricavi da sponsorizzazioni" da aggiungere ai profitti portati dalle cessioni. Uno sforzo che però non basta a tirare un definitivo sospiro di sollievo, considerati i 40 milioni di euro da dover restituire annualmente ai creditori. I 275 mln di capitale immesso da Oaktree con il suo arrivo, da ricollocare sul mercato ci sono i due bond precedenti da 300 mln e da 75 per i quali potrebbe essere necessario cedere ancora pedine della rosa, oppure "puntare su un’operazione speciale che aumenti il valore del club come la costruzione del nuovo stadio" come si legge.

Il prestito di Oaktree dà la possibilità di temporeggiare ancora un anno, poi la ricapitalizzazione, l'ingresso di nuovi soci o addirittura la cessione in toto saranno necessari. Ed è in questo caso "che la palla potrebbe passare ai fondi d’investimento". Il nome che torna forte su tale scia è quello del fondo saudita Pif, già più volte citato. Ad oggi la strada più credibile è quella che porta alla permanenza di Suning al comando della Beneamata, ma soltanto in caso di altro sostegno economico che sia "sotto forma di un prestito, dell’entrata di un nuovo socio nel capitale, o di una disponibilità propria" che possano servire a risanare del tutto i conti, rientrando almeno di una parte degli investimenti a perdere fatti finora.

 

tutte le notizie di