FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

GdS – Nazionali, Inzaghi e Spalletti non tremano. Ma c’è ansia per Edin Dzeko

BRASILIA, BRAZIL - JUNE 18: Players of Uruguay and Argentina line up for the national anthems prior to a group A match between Argentina and Chile as part of Conmebol Copa America Brazil 2021 at Mane Garrincha Stadium on June 18, 2021 in Brasilia, Brazil. (Photo by Alexandre Schneider/Getty Images)

In questa sosta non ci saranno rientri ritardati come nelle precedenti due, però l'Inter è in attesa di capire la situazione del bosniaco

Alessandro Cavasinni

Stavolta non sarà una sosta nazionali col fiato sospeso. Come spiega la Gazzetta dello Sport, i giocatori torneranno ai loro club di appartenenza con un margine adeguato rispetto a quanto accaduto nelle due precedenti finestre, quando soprattutto i sudamericani erano rientrati in Europa carichi di fatica e a poche ore dalle partite di campionato. Un'ottima notizia soprattutto per Inzaghi e Spalletti in vista del big-match di San Siro tra Inter e Napoli (14 convocati ciascuno).

"Come sempre in questi casi, è dal Sudamerica che arrivano le novità: gli argentini nerazzurri, Lautaro più Correa, ad esempio hanno raggiunto Messi carichi come mai, nonostante i troppi rimpianti del derby di Milano - si legge -. Stavolta li aspettano le due sfide più importanti e storiche di tutto il Continente: prima sabato a mezzanotte il Superclasico del Rio della Plata, nel Centenario di Montevideo contro l’Uruguay del compagno Vecino: ci sono partite meno tese di questa in giro per il mondo. Poi l’eterna Argentina-Brasile, stavolta al Monumental di Buenos Aires, primo incrocio dalla finale di Coppa America conquistata dall’Albiceleste in estate. Si disputerà nella notte tra martedì e mercoledì, un’oretta prima dell’ultima partita dei due cileni, Sanchez e Vidal, a Santiago contro l’Ecuador. Alla fine dei conti, tutta la truppa sudamericana potrebbe quindi viaggiare già verso l’Italia mercoledì ed essere per la prima volta alla Pinetina il giorno dopo. Giovedì li aspetta una seduta di recupero, necessaria per riconnettersi con il campionato, poi resterebbero i due giorni per entrare nel dettaglio scudetto: non troppi, ma tutto un altro mondo rispetto all’ultima volta. Un mesetto fa Lautaro si presentò a Roma all’ultimo tuffo, giusto il giorno prima della Lazio, mentre la coppia cilena non fece neanche in tempo per sedersi in panchina". Per Spalletti, invece, sono solo due gli 'americani': Lozano e Ospina.

Nessun problema, invece, per gli europei, che termineranno i loro impegni al massimo martedì 16. L'Inter è in ansia un po' per Barella e soprattutto per Dzeko, che sente ancora il risentimento al flessore subito nel derby. "Non giocherà la prima sfida, sabato, anche perché tra oggi e domani farà nuovi esami, attesi soprattutto dall'Inter", spiega la rosea. Sono 4, infine, gli africani, tutti napoletani: Koulibaly tornerà in Italia già domenica, mentre sono attesi per martedì i rientri di Anguissa, Ounas e Osimhen.

tutte le notizie di