FC Inter News
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Cruz: “Lautaro letale, Correa grande tecnica. Inzaghi? Perfetto dopo Conte”

MILAN, ITALY - DECEMBER 26:  Julio Ricardo Cruz ex player of FC Internazionale pose with shirt before the Serie A match between FC Internazionale and SSC Napoli at Stadio Giuseppe Meazza on December 26, 2018 in Milan, Italy.  (Photo by Claudio Villa - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

L'ex attaccante nerazzurro parla del momento dell'Inter con sguardo particolare al reparto offensivo

Alessandro Cavasinni

Doppio ex di Inter-Bologna, Julio Ricardo Cruz parla della sfida di domani al Meazza intervistato dalla Gazzetta dello Sport.

Il popolo interista adesso si augura che possano essere Lautaro e Correa i nuovi trascinatori verso il prossimo titolo. E domani potrebbero giocare insieme per la prima volta.

"Strano non averli visti ancora in campo insieme, ma hanno tutto per volare: sono due attaccanti complementari, che sanno attaccare bene la porta ma anche lavorare per la squadra, sia quando c’è da difendere sia quando c’è da attaccare. Il Toro lo conosciamo tutti, è uno che vive per il gol e dentro l’area sa essere letale. Correa preferisce partire da più dietro ed esaltarsi nel dribbling in velocità".

Dopo l’addio di Lukaku, Lautaro è diventato l’ uomo copertina dell’Inter. Crede sia pronto per essere un leader?

"Ha raccolto un’eredità pesantissima, Lukaku all’Inter ha dimostrato di essere un giocatore devastante, a tratti immarcabile. Se è pronto per essere un leader lo dirà il campo, io credo sia ancora presto, però è già sulla buona strada. Ama lavorare per la squadra, essere il primo ad andare in pressione per aiutare in fase difensiva, però il suo habitat è l’area di rigore. Ed è lì che deve fare la differenza".

Cosa può dare di diverso Correa accanto al Toro rispetto a Dzeko?

"Il Tucu ha una tecnica fantastica, nello stretto e nell’uno contro uno è difficilissimo da arginare. E ultimamente è migliorato anche sotto porta, lo vedo più cattivo nella ricerca del gol. Dzeko è un centravanti vero a cui piace venire a dialogare con i centrocampisti, il Tucu è più un predatore di spazi".

Inzaghi l’uomo giusto per sostituire Conte?

"Assolutamente sì: Lotito e Tare hanno scommesso su di lui e lui ha colto alla grande l’occasione. La sua Lazio era bella da vedere e difficile da affrontare. Ed è stata anche vincente: una Coppa Italia e due Supercoppe non si vincono per caso. Direi che quella scommessa l’hanno vinta tutti: Tare, Lotito e Inzaghi. Simone si è meritato con i risultati la panchina dell’Inter".

tutte le notizie di