"Pensiamo che il nostro mercato sia finito e che le ultime 48 ore non porteranno novità. Siamo stati abili e tempestivi a prendere Cedric per sostituire l’infortunato Vrsaljko e non abbiamo bisogno di altro. Come si recupera Perisic? Ivan ha manifestato il desiderio di fare un’avventura in un club di un campionato differente da quello italiano, ma di offerte non ne sono arrivate. Dopo la chiusura del mercato ci aspettiamo che mostri la stessa professionalità sempre mostrata da quando è con noi. Il mercato di gennaio serve a quelle squadre che hanno qualcosa da “riparare”, mentre noi pensiamo di aver lavorato bene finora, anche se ci rendiamo conto che serve tempo per la costruzione di una squadra vincente. Specialmente in un club come l'Inter che negli ultimi quattro anni e mezzo ha cambiato tre proprietà". Queste le dichiarazioni complete di Piero Ausilio, che ieri ha parlato a margine della cena dell'Adise all'hotel 'Da Vinci' di Milano. 

Secondo quanto riferisce il Corriere dello Sport, inoltre, il ds nerazzurro e Beppe Marotta si sono soffermati a lungo a parlare anche con Carlo Osti, ds della Samp, e Igli Tare, ds della Lazio. "La serata per i due dirigenti di corso Vittorio Emanuele è stata utile per un “aggiornamento” con la Sampdoria per il danese Andersen - si legge -. Non era certo l’occasione per portare avanti la trattativa, ma il centrale di Giampaolo all’Inter interessa parecchio anche se è già stato prenotato Godin. Cordiale è stato pure il saluto con Tare, premiato come miglior ds. Magari nei prossimi mesi diventerà un interlocutore di Marotta e Ausilio se il prezzo di Milinkovic-Savic si abbasserà". 

Sezione: Copertina / Data: Mer 30 Gennaio 2019 alle 09:12 / articolo letto 14559 volte / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni