Tra campo e mercato, voce ai tifosi interisti

Mail inviate alla redazione
 di Redazione FcInterNews.it  articolo letto 8676 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tra campo e mercato, voce ai tifosi interisti

"Gentile redazione, l'unica buona novità di quest'anno sembra al momento sia Luciano Spalletti e poco più considerando il buon inserimento di Skriniar, Valero e Vecino e le prestazioni precampionato ma la squadra è pressapoco quella dello scorso anno, basterà per arrivare nei primi 4 lasciando stare lo scudetto? Non immagino il pippone mega-galattico di Spalletti a fine stagione se non entriamo in Champions. Comunque potenza Suning, competenza Sabatini, Spalletti non dobbiamo rifare tutto, per l'Inter è indiscutibile la difficoltà di vendere e di comprare(giocatori normali neanche top player), al netto del FPF che è una buffonata pazzesca. Io tutta sta fiducia non ce l'ho, sicuramente faremo meglio dell'anno scorso ma ci vuole poco, la sensazione che manca qualcosa è forte, non c'è un condottiero in campo tipo Vidal e Nainggolan che diano quella personalità e carisma, mancanti dal 2010, Icardi per questo ruolo non lo contemplo neanche, potrebbero se supportati dalla società essere Valero e Miranda in grado di farlo. Come ho scritto la volta precedente la società dovrebbe fornire la squadra fatta e finita prima dell'inizio del campionato ma per l'Inter è innegabile che ci sia sempre una virgola di traverso per cui piazzare gli esuberi è difficoltoso perchè o non offrono abbastanza soldi o hanno ingaggi troppo elevati per le pippe che sono( grave pecca societaria che si riscontra da anni ), per gli acquisti purtroppo tutta stà gola l'Inter non fa più, ma non si parli di partecipare alle coppe perchè il Man United fuori da tutto prese DiMaria e altri top spendendo centinaia di milioni di Euro, detto questo è sotto gli occhi di tutti che c'è sempre un intoppo burocratico e non che non consente di fare acquisti rapidi, cioè mesi per prendere un terzino semi sconosciuto, tira e molla per Valero(5 mln) e Vecino...boh?..lasciamo stare i soldoni ma Neymar in due settimane è stato fatto tutto e l'inghippo provenienza dei soldi in un giorno è stato risolto, la sensazione ormai da anni è che co n l'Inter tutti fanno i prepotenti o i preziosi. Mi piacerebbe che....fuori Perisic? dentro Sanchez o DiMaria, fuori Candreva dentro Keita, via Kondogbia dentro Vidal....un terzino destro + un centrale di difesa, Aurier + Garay?!...a questo punto non so più cosa aspettarmi ma...dovremo farcela andare bene. Incrociando le dita di mani e piedi speriamo bene...Amala".

Andrea

 

"Signori buon giorno. Premetto che io mi ritengo soddisfatto del mercato fatto dal nuovo Management dell'Inter, anche se per la prima volta, non prenderemo il massimo dei voti sulla Gazzetta per il miglior mercato(e poi abbiamo visto i risultati degli anni precednti). Mi chiedevo però, aldilà dei soldi di SUNING, come mai ogni acquisto fatto è stato sempre lungo e laborioso ed a cosa fosse imputabile tale lungaggine. Grazie per lo spazio ed eventuale risposta".

Andrea

 

"Cara Redazione, con lentezza, ma con raziocinio, il nostro mercato è partito e ci ha consegnato, ad oggi, una squadra costruita con logica. Certo, se il mercato finisse qui non sarebbe sufficinete. Personalmente spero ancora nella cessione di Perisic: tra lui e Candreva, ( due centrocampisti esterni , non punte), uno è di troppo. All'Inter mancano i goal della seconda punta; e la seconda punta va presa al posto del croato ( peraltro molto discontinuo ed indolente). Se arrivasse Schick sarebbe un colpo magistrale: è il più grande talento visto negli ultimi anni. Ma Schik verrebbe a completare la rosa; se partisse Perisic ci vorrebbe anche un esterno : personalmetne farei l'oefferta che Lotito vuole per prendere Keita Balde: fantastico. Possibile che la Jventus debba arrivare sempre prima e gli altri debbano accobtentarsi dei suoi scarti? Ma perchè il mercato finisca nel migliore dei modi è necessario non cedere Joao Mario : sarebbe un errore colossale. Già trovo grave perdere Kondogbia: ci mangeremo le dita ( pensate alle prestazioni del francese in quei due mesi di Pioli, quando la squadra girava: centrocampista favoloso, impossibile da superare). Ma se proprio bisogna sacrificarne uno, che sia lui; non Joao Mario. Leggere che il portoghese potrebbe finire a Parigi nell'operazione Aurier fa rabbrividire . Non ci sono soldi per il terzno destro? Pazienza, va bene D'Ambrosio. Ma mai mai mai mai cedere un giocatore come il portoghese.Se impara la cattiveria, non ce n'è per nessuno. NON SI CEDE JOAO MARIO, NEANCHE PER FAR POSTO A VIDAL. Cari saluti".

Daniela

 

"Buona estate a tutti voi e grazie, sempre.. Bene vediamo un po' dalle ultime, vedasi giocatori non funzionali a cedere 8, acquisti funzionali 8, rivalutazione di un certo patrimonio giocatori 8, tenuta sul mercato 8, obbiettivi ancora da raggiungere per il completamento della rosa 8 o forse più ma credo che il duo S.S. sappia bene a cosa puntare e come....per i nomi mi fido dei due 10. Basterebbe in questa sessione di mercato ridurre il gap con tutte le squadre che ci hanno preceduto lo scorso anno ed iniziando veramente a gettare le basi per una più prossima candidatura seria per la vittoria, forse già dal prossimo anno.Allora per un paio di top player non ci sarà problema di spesa. Forse con abnegazione ed un pizzico di buona sorte potremmo giocarcela per un quarto posto, sperando poi che i diretti avversari per questo obbiettivo perdano sulla strada alcuni pezzi importanti su cui in questi anni hanno fondato la loro superiorità, vedasi la Lazio di cui ammiro sempre la capacità di scovare campioni, la Roma che perdendo Spalletti perde alcune certezze, la stessa Juventus che non ritengo più favorita , il Milan un incognita in tutte le sue nuove componenti, il Napoli vera favorita quest'anno anche secondo me. A livello globale vedo sempre un dominio Real ,ancora più forte con i parigini che ormai non possono più avere alibi , il calcio francese che credo si sia svincolato dal dilettantismo di qualche anno addiettro...inglesi e tedeschi mediocri. Siamo dietro l'angolo ,arriviamo... Un saluto".

Riccardo

 

"Buonasera Redazione !!! solo una domanda ? come mai i nostri fenomenali addetti al mercato quando comprano si fanno prendere alla gola e quando vengono stanno con le braghe scalate .....Medel tre milioni ...figura da coglioni .....poi se sono i giocatori a forzare la mano ...lasciamoli seduti a marcire in tribuna gli passa la voglia ,,,,dopo un campionato vergognoso puntano i piedi ...si facessero rispettare !!!!".

Giuseppe

 

"Gentile Redazione, una riflessone: se effettivamente Spalletti chiede un incursore e in rosa non vede giocatori con le caratteristiche necessarie, piuttosto che seguire gente difficilmente raggiungibile ed in là con gli anni come Vidal o Naingolan, non sarebbe meglio puntare su giovani (comunque non facili da raggiungere) di ottime prospettive e le cui trattative avrebbero maggiori possibilità di riuscita? penso nell'ordine a Goretzka, Milinkovic Savic o Naby keita. Tutti con discreta fisicità, dinamismo e buona propensione all'inserimento. E Credo che degli esperti di mercato potrebbero trovare molti altri profili simili assolutamente raggiungibili".

Francesco

"Gentilissima redazione colgo l'occasione che viene data a noi tifosi per esprimere il mio punto di vista. A lungo durante questa sessione di mercato si è parlato di Top Player, ma le amichevoli estive ci hanno consegnato una verità inconfutabile. Il nostro Top Player, il giocatore che può diventare il simbolo di questa squadra, e anche a lungo vista la giovane età, in realtà noi lo abbiamo già e Suning ce lo aveva regalato già lo scorso anno. Un'annata sbandata a causa dei capricci di mister Mancini che ci ha abbandonato all'inizio del campionato impedendo alla squadra di vivere con serenità l'approccio alle prime partite ci aveva impedito di scorgere il vero valore di questo ragazzo. Fortuna che Spalletti ha saputo togliere dalla polvere questo gioiello e dargli la vetrina che merita. Se riuscirà a convincerlo ad avere un pò più di cattiveria (e viste le capacità dimostrate sinora da Spelletti non dubito che sarà così) ci troveremo a fine anno con un serio candidato ai prossimi palloni d'oro. Le giocate di Joao Mario stanno impreziosendo ogni partita e finalmente noi tifosi che abbiamo a lungo pianto l'assurda partenza di Coutinho (le cui giocate non potevano non essere il segno di un grande futuro) abbiamo modo di gioire dei tocchi di un astro altrettanto bravo. Joao Mario è destinato ad essere la nostra stella. Inutile spendere altro denaro per cercare ciò che abbiamo già. Un alternativa ai nostri due centrali e un terzino destro e l'Inter potrà ambire a grandi traguardi. Ciao a tutti da Giuseppe... forza inter".

Giuseppe