"Cara redazione Ho paura che prima o poi Spalletti si stuferà dell inter e della proprietà suning una proprietà che sinceramente visto da me tifoso nn serve a nulla . Una proprietà che ogni sessione di mercato fa girare nomi ma che poi alla fine nn spende e come si sa se nn spendi e non hai una buona rosa nn farai nulla in stagione se poi come sempre bisogna accontentarsi di un sesto posto allora la strada è giusta Spero di sbagliarmi Forza inter".

Luca

 

"Cara Redazione Scrivo dopo Fiorentina Inter, la conferenza stampa di giovedì di Spalletti e dopo avere seguito l’aspetto finanziario dell’Inter in questi ultimi mesi. Sotto l’aspetto tecnico è evidente che la squadra è incompleta, assortita male e che i soliti giocatori che hanno dimostrato le loro caratteristiche negli anni passati non sono cambiati. Mi riferisco a Brozovic, Perisic e Joao Mario. Per quest’ultimo l’unica posizione in cui non può fare danni è in panchina o meglio ancora in tribuna. Basta. Per me è deleterio insistere. Allora si può riprovare anche Gabriel Barbosa perché tutte le chance che sono state date a Joao Mario il brasiliano non le ha mai avute. Manca un centrale di difesa,ma secondo me manca anche un centrocampista che quando tira abbia una discreta percentuale di fare gol. Vecino e Gagliardini hanno una percentuale pari allo 0 o poco più. Borja Valero era una grande giocatore quando lo prese la Fiorentina e ci voleva poco a capirlo, bastava intendersi un minimo di calcio, materia che per Ausilio è ostica dopo anni passati all’Inter invano. Ieri sera avrebbe fatto comodo anche Kondogbia per levare un Borja Valero che non ne aveva più. Per me Spalletti è un ottimo allenatore. Se gli danno il materiale lui lo sa plasmare. L’unico appunto che gli faccio è che forse dovrebbe provare più spesso Karamoh, al posto di un Eder che tutte le volte che entra conferma il detto tanto fumo e poco arrosto. Veniamo all’aspetto finanziario. Suning sarà anche una potenza, ma è evidente che considera il suo investimento nell’Inter già al massimo. Per cui o che prenda la scusa del F.P.F. o la scusa del governo Cinese mi pare evidente che non vuole mettere più soldi a fondo perduto. Il prestito obbligazionario di 300 milioni appena collocato, produce interessi passivi, che vanno a inficiare il bilancio dell’Inter. Se Suning voleva il bene dell’Inter poteva semplicemente rimborsare il prestito di Goldman Sachs, con la rata finale di luglio 2019 che era di 184 milioni, non farne uno nuovo di 300 milioni. Tutti questi soldi che vanno in interessi passivi sono decine di milioni. Lo stesso dicasi per i prestiti fatti direttamente da Suning all’Inter, per 298 milioni, prima all’interesse del 7,7% e poi al 6,5%, anch’essi vanno a pesare sul bilancio dell’Inter, aumentano i costi e in ultima analisi la perdita di bilancio. Perché Suning non ha fatto il versamenti in conto aumento capitale sociale ?? In questi casi non ci sono interessi passivi e si fa vedere che Suning crede nel progetto a lungo termine e non che, magari fra 2 o 3 anni, se ne andrà e chiederà il rimborso dei prestiti fatti con relativi interessi maturati (come ha fatto il buon Thoir, furbo come pochi). C’è il discorso delle sponsorizzazioni, che sono aumentate, da Suning, ma fino a qualche giorno fa i soldi promessi non erano ancora arrivati dalla Cina. Ora che l’Inter non abbia 15 milioni per prendere Delofeu mi sembra una cosa innaturale, dopo averne buttati (letteralmente nel cesso) quasi 80 per prendere Joao Mario e Gabriel Barbosa portati dall’Agente Kia Joorabchian vicino a Suning e senza chiedere nulla all’allenatore pro tempore De Boer. L’ultima trovata dell’autofinanziamento mi sembra l’ultima barzelletta. L’unico autofinanziamento possibile è vendere Icardi e Perisic. Prendere 150 milioni (forse) e PROVARE A RIFARE LA SQUADRA CON QUESTI SOLDI. Se questo è il progetto di Suning non c’è che dire è un bel progetto. Io non voglio fare il disfattista, ma mi sembra che Suning non ha capito che un allenatore bravo come Spalletti vale un 20%, un direttore sportivo bravo come Sabatini è importantissimo, MA LE PARTITE LE VINCONO e LE PERDONO I GIOCATORI. Se non li hai bravi, se hai sbagliato a comprarli e ora non te li vuole nessuno, Spalletti e Sabatini possono fare poco di concreto. Se poi Suning vuole due professionisti solo per avere uno specchietto per le allodole, allora è un altro tipo di discorso. Grazie dello spazio che ci date e cordiali saluti a tutta la Redazione".

Maurizio

 

"Gentile Redazione, volevo solo fare i miei complimenti ad Icardi per la presa di posizione, da vero capitano, nel dopo partita, quando ha detto chiaro e tondo dello scarso impegno dei compagni. Nella partita di ieri infatti, a parte la solita, sottotono, prestazione, di squadra,si 'e' manifestata la mancanza di voglia di alcuni elementi cardine del centrocampo: oltre a Joao Mario, infatti, anche Vecino e Gagliardini hanno, semplicemente, trotterellato in campo. Il secondo, in modo particolare, mi comincia, personalmente, a stare un po sui coglioni: Dal giocatore salvatore della Patria, dei primi tempi, si e' trasformato in uno scoglionato, vagante per il campo, tanto da assomigliare, sempre piu, a Brozovic con il suo ciondolare e camminare saltellando, con il suo, sempre piu frequente, perdere palloni, fare passaggi fuori misura, che creano occasioni per gli avversari e falli inutili, col suo giocare con sufficienza; Capisco bene lo scadimento di forma, ma mi sembra che si stia adeguando all'andazzo generale e, considerata la ristrettezza e la inadeguatezza della rosa di centrocampisti, non ce lo possiamo permettere. Confido in Spalletti affinche' provveda a svegliare quest a gente anche perche' dal buon funzionamento del centrocampo dipendono la prolificita' dell'attacco e la solidita' difensiva. AMALA".

Santi

 

"Gentile Redazione, che l'Inter fosse ampiamente incompleta era chiaro dall'estate. Come era chiaro che anche la squadra c.d. tipo fosse una formazione sbagliata. Di Candreva e Perisc ne bastava uno, nessuno dei due essendo una punta.L'errore più grossolano è non avere venduto il croato per 40 milioni offerti da Mou. Mou aveva ragione: già così era strapagato, non vale di più. E' un giocatore incostante, che gioca da fuoriclasse 5 partite l'anno e che fa sempre lo stesso goal, senza varianti sul tema. In quel ruolo, le grandi squadre hanno giocatori che danno imprevedibilità e goals, oltre al sostegno al centravanti. Avevamo già un esterno caterpillar come Candreva ; perchè non acquistare con i soldi di Perisic una seconda punta? Dopo di che , comincio a non capire Spalletti, che non si schioda da questo modulo ridicolo. Insiste a propinarci lo spagnolo dietro Icardi, ed è un gran brutto vedere. Quello non salta nemmeno sua nonna e si rifiuta di tirare in porta. Provi con tre centrocampisti , prevedendo uno sganciamento alternativo delle mezzali e provando nei tre Candreva , liberandolo dalla sindrome del cross compulsivo. Io sono molto preoccupata, perchè per il quarto posto la Lazio è un avversario molto tosto, che gioca con una rabbia agonistica che i nostri proprio non riescono da metterci. E questo f.p.f che vale solo per noi, letto in modo così ortodosso comincia a sembrare una scusa dei cinesi. Adesso leggiamo che Sabatini è andato in Cina a perorare la causa : ma c'era bisogno di arrivare a questo scempio domenicale per tentare di forzare la mano sul mercato? Dove pensano di andare con questa rosa che abbonda di elementi senza forza fisica e nervosa? Che Dio ci aiuti, ma senza investire è impossibile. Saluti".

Daniela

 

"Se oggi si potesse rileggere l'email che scrissi a fine mercato, potrei dire di essere un indovino, in realtà non lo sono, perché bastava poco a capire che era stata costruita una squadra monca di almeno quattro elementi (centrale, trequartista, laterale e una valida alternativa ad Icardi). Allora dissi anche dopo le vittorie continuate di stare attenti perché con questo organico non si sarebbe andati avanti tanto, come anche dissi che questa squadra il vero miracolo lo stato facendo il nostro mister. Adesso sento che tutti avremmo firmato per i 41 punti del girone di andata (io per primo),il problema adesso è quanti ne faremo con questa squadra nella seconda parte del campionato. Con il gioco discontinuo di Perisic e con le défaillance continue di Bronzovic e Jao Mario come può andare avanti la squadra, va bene Perisic ma gli altri due come il grande Gabi goal sono stati acquisti diciamo affrettati. Non dite che siamo i soliti lamentosi, ma dico possibile che dalla Lazio alla Fiorentina vediamo squadre che hanno una rosa di giocatori superiore alla nostra e soprattutto che possono incidere nel corso della partita. Allora che la proprietà non ci dica che faremo una squadra grande per poi con la scusa dei paletti uefa e del governo cinese ci dicono dovete autofinanziarvi. Ma allora spiegateci perché il PSG sotto osservazione uefa continua a spendere, diteci perché Cannavaro ha acquistato un giocatore di 72milioni per una squadra cinese. Allora ci volete far passare per fessi e dire che il cinese del milan è quello cattivo i nostri sono buoni. Io dico che quanto si acquista una squadra come l'Inter occorrono molti quattrini sia per l'acquisto del blasone ma soprattutto per gli investimenti che essendo fatti sul fattore umano a volte possono andare bene altre no. Perciò io come tanti tifosi chiediamo alla proprietà di essere sinceri e di non raccontarci favole (non lasceremo nulla di intentato) e se dobbiamo rimanere una società con una squadra mediocre ditecelo che almeno ci mettiamo il cuore in pace e amen".

Antonio

 

"Buonasera, tantissimi complimenti ai ragazzi di mister Vecchi e a tutto il suo staff, fino all'ultimo dei magazzinieri. Avere sempre i migliori giovani da grande speranza per un futuro che ci riporti ai più alti livelli. E qui scusate, ma ritorno su una mia fissa: la coppetta Italia anche se era un derby ( per me insignificante, vista l'inutile competizione) non era meglio giocarla con 4 o 5 di questi ragazzi??? Magari i soliti caproni bulimici di trofei inutili avrebbero storto il naso, però sono sicuro che si sarebbe fatta più bella figura e si sarebbero risparmiate energie preziosissime per la sfida con la Lazio di 3 giorni dopo, dove stremati, ci siamo dovuti accontentare di uno striminzito 0 a 0. Questi ragazzi che tutti gli anni sono i migliori se non si provano contro i grandi nella coppetta nazionale, quando giocano??? Ok magari in serie A la posta in palio non ammette esperimenti, sono d'accordo, e allora per confrontarsi con i grandi saranno mandati in B o in C a farsi le ossa, ad allenarsi con vecchi marpioni che non hanno ne la voglia ne le capacità per insegnargli niente o con giovani come loro disposti a tutto per fargli le scarpe. Certo sarebbero fondamentali per tutto il calcio italiano le squadre B , ma a qualcuno forse coloro che a livello di grandi vincono per un potere politico economico assoluto questa cosa non conviene??? Sperando che questa vittoria contro i lupetti sia di buon auspicio per il match del 21 (fondamentale!!!!!) di nuovo tanti complimenti a tutti!!!!".

Diaz

 

"Carissimi amici di InterNews, desidero condividere una mia riflessione sull'applicazione della VAR. Dopo una prima fase, in cui sembrava che finalmente il calcio giocato fosse più regolare e avesse acquisito un senso, ecco che Allegri e Buffon, esprimendo la loro opinione negativa, hanno influenzato il labile mondo arbitrale, creando paradossalmente il primo e unico caso al mondo di "sudditanza tecnologica": anche la tecnologica VAR ha paura del sistema Juve! Di consegienza gli arbitri hanno trovato la soluzione per andare in contro alle richieste di Allegri, Buffon e di tutti i dirigenti Juventini. Nelle ultime partite gli arbitri dicono di aver visto tutto e che non c'è bisogno di ricorrere alla VAR oppure quando visionano i monitor dicono che la decisione presa in campo è quella giusta, anche se 100 moviole dicono esattamente il contrario. L'esito di queste scelte è sempre lo stesso: la Juve viene spudoratamente favorita ed è l'unica squadra a generare un clima di tensione nel campionato di serie A. Cioè, questi juventini, in un modo o nell'altro, non sono proprio capaci di vincere onestamente. A questo punto, per rendere tutto più trasparente e pulito, l'unica soluzione è quella che in caso di episodio dubbio o scelta sbagliata degli arbitri in campo, la scelta definitiva spetta all'arbitro che sta davanti al monitor il quale deve invitare l'arbitro solo per visionare le immagini, illustrando dove ha commesso l'errore. Poi l'arbitro in campo dovrà semplicmente riferire il tutto ai capitani delle squadre. La soluzione è semplicissima..... ovviamente bisogna sperare che chi sta davanti al monitor per analizzare la moviola non sia un supertifoso di una delle squadre che è in campo.... FORZA INTER MAI STATI IN B!!!".

Massimo

 

"Buon giorno.vorrei fare le mie personali considerazioni sul momento inter. Abbiamo un allenatore che a detta di tutti,stampa ,tifosi societa ecc,fino ad oggi è stato il vero fenomeno.Si vede la mano,ha messo ordine in societa,rivalutato giocatori morti e bla bla bla. Bene,dopo solo 6 mesi colpito dalla maledizione di appiano gentile e del fine anno,si rincoglionisce e diventa un cialtrone.Un altro allenatore,PIOLI che allena l fiorentina,da noi cacciato,perche noi vogliamo solo allenatori top,e privato di 4 /5 elementi fondamentali,vecino,borja,bernardeschi ecc, la squadra gioca molto meglio,e a differenza di napoli roma lazio squadre gia rodate e meglio assortite la allena da sei mesi come spalletti.A proposito di calciatori,abbiamo una rosa scarsa in numeri e parecchio in qualita.I due croati per esempio,uno perisic gioca 4 mezze partite l'anno l'altro brozovic non gioca mai e quando lo fa gli spareresti.vendeteli sempre se hanno richieste ma lo escludo almeno per uno.L'anno scorso,i nostri beneamati si sono permessi di dire che avevano mollato cosi senza motivo come dire a noi non frega un cazzo,la societa ce l'ho permette e noi lo facciamo.La cosa si ripete sentendo dire ad icardi che in allenamento non li vede piu feroci come prima,pazzesco saranno stanchi ....Tornando ad allanatori scarsi, chissa se il buon gasperini avesse avuto il tempo e l'appoggio della societa,ma ripeto noi abbiamo bisogno solo di allenatori top per poi farli diventare pippe come nessuno meglio dell'inter.Lo stesso impegno lo mette con i calciatori,svenderli come l'ultimo coutinho ,o far diventare pippe vedi joa mario,in questo caso l'impegno è reciproco. L inter deve ritenersi fortunata ad avere tifosi i quali nutrono un sentimento forte che non si puo perdere ,modificare .L'inter non è una donna che puoi lasciare,non è una macchina che puoi sostituire,è un sentimento strano il tifo e se cosi non fosse l'inter oggi sarebbe sola o con molte separazioni...amala dice l'inno e noi lo facciamo ma non se ne puo piu. Sempre le stesse cose ,stessi atteggiamenti,stesse delusioni,stesse promesse e mai mantenute.Solo un uomo malato di mente non lascerebbe un amore malato come questo....un saluto e un buon anno a tutti p.s con la consapevolezza che ci sono cose peggiori di un amore malato per l'inter".

Mario

 

"I dettami dell'uffa sono chiari cosi come le intenzioni della società di rispettarli senza fare operazioni poco ortodosse,ciò che non mi e chiaro e se i nostri operatori di mercato insieme al nostro allenatore (lui sinceramente non so fino a che punto sia responsabile o vittima)"ci sono o ci fanno".cpme pensano di convincere i cinesi a cacciar soldi quando e li da vedere che tutti i nuovi acquisti tranne skriniar sono panchinari ?fossi io il proprietario risponderei,intanto di richiamare in squadra gabigol che sicuramente corre come un pazzo e ce la mette tutta (e costato 25 mil se non ricordo male)e poi di far giocare tutti quelli che abbiamo comprato e/o trattenuto e/o rinnovato il contratto da poco,ricordo che nagatomo ed eder dopo aver rinnovato il contratto avranno giocato 10 min a testa,Dalbert non gioca mai ed e' costato 20 0 25 ,milioni ,Karamou 7/8 e nonostante quando chiamato ha sempre risposto non gioca mai,Pinamonti lo volevano e vogliono in molti ma non deve partire per fare il vice Icardi che non viene sostituito nemmeno per morte se non si arrabia.personalmente penso che si e comprato un po a caso per far star zitti quei 60.000 che spendono soldi ad ogni occasione possibile .la storia,la nostra di interisti ci insegna che non abbiamo vinto sperperando soldi ma comprando ciò che l'allenatore ci ha chiesto ed utilizzato immediatamente a beneficio della squadra (wesley era arrivato da 3 giorni, non sapeva una parola di italiano ma ha fatto subito la differenza in un derby),ora invece l'allenatore gioca a nascondino dietro se stesso ed i nostri geni di mercato finiranno per portare un'altro laterale che fa tanti cross cosi vinciamo il campionato dei cross sbagliati a mani basse ! amala".

Alberto

Sezione: Visti da Voi / Data: Lun 8 Gennaio 2018 alle 22:55 / articolo letto 3558 volte
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit