Rumore dei nemici e fogne: parola ai tifosi

Mail inviate alla redazione
 di Redazione FcInterNews.it Twitter:   articolo letto 6806 volte
Rumore dei nemici e fogne: parola ai tifosi

"E' dall'inizio stagione che la nostra Beneamata subisce un po di critiche ingiuste. Il famoso "rumore dei nemici" di Mourinhiana Memory oggi è più che mai di attualità, anzi è ancora più rumoroso. Da Pruzzo alle frasi "sibilline" dei dirigenti del Milan, passando per i vari Allegri, Sarri, De Rossi e Perrotta, non ce ne risparmiano una. Dalla fortuna alla VAR passando per il non gioco e via dicendo. Non è che tutto questo rumore possa danneggiarci sabato prossimo a Torino? E' vero non giochiamo le coppe, ma anche negli anni scorsi è successo, eppure non eravamo così in forma. Vorrei ricordare che pur giocando le coppe anche squadre come Barcellona, Manch.City, Bayern, PSG e via dicendo, stanno dominando nei rispettivi campionati, la stessa Inter nel 2010 ha "Scassato" tutto, quindi il buon Sarri si metta l'anima in pace. La ragione è solo una.....non si aspettavano che l'Inter con qualche innesto avrebbe fatto così bene(e speriamo che continui su questa strada), ed il merit o è tutto di Spalletti che, alcuni addetti ai lavori, consideravano un mediocre allenatore. Non si possono fare paragoni Mourinho e Spalletti, il primo approdò all'Inter con il tavolo già "apparecchiato", mentre il secondo non aveva nemmeno i "piedi" del tavolo. Se usciamo indenni sabato prossimo, penso proprio che si dovrebbe cercare, giustamente, l'anti Inter. Forza Inter".

Giuseppe

 

"Le affermazioni violente e dal retrogusto da avvertimento mafioso di Sandro Pellò esprimono, purtroppo, una volta ancora, il senso di sportività che rende davvero unico lo stile Juve, stimmatizzato peraltro anche mediante diverse sentenze della giustizia italiana. Spiace molto, tuttavia, l'ennesimo cattivo esempio offerto ai giovani tifosi da un adulto che, per di più, si accredita come un professionista della comunicazione, al pari del direttore Claudio Zuiliani, gaudente e plaudente al suo fianco. Cordialmente".

Riccardo

 

"Sapete quanto la amo e quanto mi sono arrabbiato quando le cose non giravano o andavano in malora. Ora sono estasiato. Estasiato di come un grande incantatore di serpenti abbia rovesciato un manipolo di pippe stratosferiche in giocatori da primato in classifica e non solo. Estasiato !!! Ieri a 5 dalla fine un raccattapalle che tardava la rimessa in campo pensando di fare il ns gioco è stato cazziato brutalmente prima da Perisic (che poi ha fatto il suo terzo gol) e poi da Spalletti. Altro che quel montato di Mancini, altro che Pioli o Benitez. Altro che Stramaccioni. Spalletti è l'unica testimonianza vivente che l'allenatore possa fare la differenza e totalmente. Guardo l'Inter e non mi capacito. Vedo i comportamenti in campo e non mi capacito. Vedo i miglioramenti spaventosi di gente che sembrava l'armata Brancaleone e non mi capacito. Vedo che ogni giocatore che entra in campo lo fa con l'Inter nel cuore e nelle gambe. Vedo crescere la ricchezza sociale, il valore dei gocatori (quanto vale Perisic? Quanto vale ora Icardi?). Vedo profilarsi le ombre dei grandi giocatori che abbiamo avuto che poi fanno grandi le squadre. Un centravanti come solo ce ne sono stati nella storia del calcio. Un cobra silenzioso che quando vede uno slot scatta fulmineo e traduce in oro ogni zolla sporca che tocca. Sono estasiato e riconoscente a Mr. Luciano Spalletti da Certaldo. Ed anche ad ogni singolo giocatore".

Enzo