"Criticare Icardi è una follia. Poteva fare quello che voleva, si è innamorato di una donna e a 20 anni, quando molti colleghi non sanno neanche allacciarsi le scarpe, ha cresciuto tre figli non suoi. Lo sfoggio del lusso? Non mi risulta che quei soldi li abbia rubati, quindi ha il diritto di farne ciò che vole". Questa la difesa di Alessandro Cattelan per il capitano nerazzurro. Il presentatore tv, nonché interista doc, è stato intervistato da 'Fuorigioco', il settimanale della Gazzetta dello Sport.

Icardi per lei è incedibile?
"In queste cose non entro, am se sono sopravvissuto all'addio di Ronaldo posso digerire qualsiasi cosa. Non che non mi affezioni, tanto che Cancelo alla Juve mi fa girare le scatole, ma alle bandiere non credo più".

Spalletti?
"È un grande, umanamente e tecnicamente. Serviva uno come lui, dopo anni senza una guida forte in panchina".

Tra ritorno in Champions e arrivo di Nainggolan, sarà gasatissimo.
"Ma la mia passione prescinefe dai risultati. Andavo a San Siro anche nel gelo di gennaio per la coppa Italia. Il Ninja è un grande, dicono che gli piaccia la vita notturna ma io sono per la libertà. Basta che poi uno renda in campo. E sto già lavorando per avere Nainggolan a EPCC".

Con che calciatore ha legato di più?
"Sono venuti a trovarmi D'Ambrosio, Borja Valero, Perisic, Gagliardini. Con Roberto abbiamo fatto un bello sketch perché non segnava mai e abbiamo studiato un'esultanza propiziatoria simulando il gesto di uno che mescola la polenta. Ha subito fatto gol a Cagliari e poi con l'Atalanta. Visto che perà dopo si è fermato di nuovo, lo aspetto in tv per ridargli la carica".

VIDEO - LISANDRO LOPEZ, CHE GIOCATA IN ALLENAMENTO: IL VIDEO DIVENTA VIRALE

Sezione: Rassegna / Data: Dom 8 Luglio 2018 alle 10:55 / articolo letto 16399 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni