Savino: "La protesta milanista per piazza Axum? Troppo accalorata. Vorrei una via intitolata a Vampeta"

 di Antonello Mastronardi Twitter:   articolo letto 5585 volte
Savino: "La protesta milanista per piazza Axum? Troppo accalorata. Vorrei una via intitolata a Vampeta"

In un'intervista rilasciata a Repubblica, il noto volto televisivo e tifoso nerazzurro Nicola Savino è tornato sull'intitolazione dei giardini di piazza Axum a Helenio Herrera, e sulle conseguente polemiche da parte dei tifosi del Milan, che accusano l'amministrazione di Palazzo Marino di non riservare altrettanto spazio ai nomi storici del club rossonero. Ecco le parole di Savino: "Sarebbe bello celebrare anche le bandiere milaniste: non avrei nulla in contrario se si intitolasse una via ai tre olandesi, ad esempio. Ho visto il video della protesta rossonera a piazza Axum, laddove si contestava anche l'intitolazione dello stadio di San Siro a Giuseppe Meazza. Credo che ai milanisti roda un po' perché Meazza ha fatto le sue cose migliori nell'Inter. Mi ha stupito in generale la veemenza con cui si sono posti i due signori nel video: credo che nella vita vada la pena di accapigliarsi per tutt'altre questioni. Immaginiamo cosa sarebbe successo se avessero intitolato qualcosa a Mourinho: ci sarebbe stata una rivolta. Lo zampino dell'interista Sala? Lo escludo, lui è il sindaco di tutti i milanesi. Sarebbe simpatico, semmai, intitolare qualcosa ai giocatori scarsi, come Vampeta e Pancev. Quanto all'idea di intitolare un qualcosa a Rocco ed Herrera insieme, dico perché no, anche se il Paron non ebbe lo stesso impatto del Mago".