Morosini: "All'Inter ero considerato piccolo e acerbo. Guardavo le partite e tornavo in lacrime a casa"

 di Redazione FcInterNews.it Twitter:   articolo letto 9462 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Morosini: "All'Inter ero considerato piccolo e acerbo. Guardavo le partite e tornavo in lacrime a casa"

Leonardo Morosini, centrocampista di proprietà del Genoa ma in prestito all'Avellino, tramite Facebook commenta l'eliminazione dell'Italia richiamando il suo trascorso nella Cantera dell'Inter: "Io sono uno di quelli che poteva smettere di giocare a calcio. Nel settore giovanile, tra Inter e Albinoleffe, considerato piccolino e acerbo, ho dovuto assistere molte domeniche alle partite dei miei compagni. Tornando a casa, in macchina, con le lacrime. A Brescia sono rinato e ringrazierò sempre questa società per aver creduto in me. E devo dire che la mia fortuna è stata credere sempre in me stesso. Spero che dopo questa eliminazione si possa puntare su giovani bravi e soprattutto italiani".