Marani: "Ausilio, parole vere ma inopportune. Inter, manca un Cambiasso, ET non può fare il presidente"

 di Antonello Mastronardi Twitter:   articolo letto 9656 volte
Marani: "Ausilio, parole vere ma inopportune. Inter, manca un Cambiasso, ET non può fare il presidente"

Matteo Marani, direttore di Sky Sport 24, è intervenuto in diretta sul canale satellitare parlando, tra le altre cose, delle affermazioni di Ausilio nell'ambito del suo intervento di ieri all'Università Statale di Milano. Ecco l'opinione al riguardo di Marani: "Le dichiarazioni di Ausilio ci danno uno spaccato forte, svelandoci che la situazione dentro l'Inter è ancora peggiore di ciò che può sembrare da fuori. Sono parole da opinionista, un manager di quel livello non può parlare così in pubblico: capisco il feeling che si crea in università con i ragazzi, ma lui doveva tenere conto del suo ruolo pubblico e delle sue responsabilità. Detto ciò, ha pronunciato parole di verità: non sappiamo chi decida e dia una linea all'Inter, se Steven Zhang, Sabatini o lo stesso Ausilio. Quest'affresco, dettato da un dirigente nerazzurro, sono ancor più preoccupanti. La situazione di Ausilio è molto delicata, è necessario che la società prenda posizione: ha detto la verità, non poteva farlo, ma è stato come una sorta di giornalista inviato. Ha parlato della mancanza di un nucleo nella rosa, e tutti abbiamo la percezione di questo problema, ma bisogna chiedersi chi li abbia comprati se non lui: nell'acquistare un giocatore serve guardare anche all'aspetto mentale. Per l'Inter del Triplete, ad esempio, era stato fondamentale l'arrivo di un elemento che si sarebbe rivelato di grande carisma come Esteban Cambiasso. La cosa che mi sconcerta è che alla presidenza dell'Inter ci sia ancora Erick Thohir: il presidente deve essere il proprietario dell'Inter".