Amadeus: "Dopo Mourinho è andato tutto male. Ora un allenatore di polso e gente abituata a vincere"

 di Mattia Zangari Twitter:   articolo letto 4200 volte
Amadeus: "Dopo Mourinho è andato tutto male. Ora un allenatore di polso e gente abituata a vincere"

Intervenendo sulle frequenze di TMW Radio, Amadeus, conduttore tv e tifoso interista, ha confessato il suo auspicio per la prossima stagione nerazzurra: "Bisogna programmare e per prima cosa va preso un allenatore di polso e personalità, perché è questo che serve all’Inter. Servono giocatori forti. In estate devono cambiare molti giocatori e il tecnico dev’essere di primo ordine. I tifosi interisti non aspettano più, dopo Mourinho è andato tutto male. Bisogna andare su nomi giusti. Sabatini e Ausilio saranno fondamentali. Va presa gente abituata a vincere, esperta".

Amadeus, poi, dà anche alcuni consigli per gli acquisti: "Tante volte l’Inter ha guardato in casa Lazio, ultimamente ho letto di De Vrij, lo considero un ottimo difensore. Tare è una persona che conosce il mercato. La sua capacità è quella di prendere giocatori che poi si rivelano campioni, come ad esempio Milinkovic che è fortissimo. Così come Keita che è pronto per poter fare un campionato notevole in qualsiasi club italiano o europeo. Anche lo stesso Felipe Anderson, il quale ha dei numeri impressionanti". 

Chiosa finale su Candreva: "Tutti ci aspettavamo di più da lui, ma è difficile giudicare i calciatori in un’annata del genere. È di grande esperienza e grandi mezzi tecnici, e non ha reso ai suoi livelli. Il fatto di cambiare tutti questi allenatori non ha di certo aiutato. Mancini voleva Yaya Touré perché aveva capito perfettamente che all’Inter servivano gente esperta”.