Nuovo appuntamento con La Meglio Gioventù per analizzare le prestazioni dei giocatori nerazzurri in giro per l'Europa.

SERIE A

Alessandro Bastoni
(ATALANTA-Spal)
Non convocato.
Commento - Il giovane talentino di casa Dea e da poco di proprietà dell'Inter non è stato convocato da Mister Gasperini per l'impegno casalingo contro i ferraresi. E' notizia di poche ore fa che il ragazzo, in questa settimana di allenamenti senza vista sul campionato a causa della sosta per le Nazionali, ha lavorato a parte essendo dunque indisponibile.

George Puscas
(Juventus-BENEVENTO)
Non impiegato.
Commento – Continua a non trovare spazio l'attaccante interista in questa fase del campionato. Dopo le cinque presenze con Sampdoria, Bologna, Torino, Roma e Crotone, la rivelazione dei playoff dello scorso anno non è più riuscito a calcare il rettangolo verde. Nemmeno il cambio in panchina degli Stregoni ha favorito un suo reintegro nell'undici titolare.


SERIE B

Francesco Bardi
(FROSINONE-Parma)
Titolare.
Voto: 6  – Una partita tutto sommato positiva per il 25enne scuola Inter nonostante si sia fatto sorprendere sul rimpallo che ha portato all'autogol del compagno Maiello. Attento sul tentativo di Roberto Insigne.

Raffaele Di Gennaro
(Empoli-SPEZIA)
Titolare.
Voto: 6.5  – Se Donnarumma non segna è merito suo. Il portiere di casa Inter si supera sulla conclusione dell'attaccante dell'Empoli. Non può nulla sulla punizione perfetta di Pasqual.

Marco Carraro
(PESCARA-Palermo)
Titolare.
Voto: 6.5 – Importante il suo lavoro nel centrocampo pescarese. Attento in fase di copertura e coraggioso nel proporsi ed impostare. Carraro sta crescendo bene con Zeman in un 4-3-3 che calza a pennello con le sue caratteristiche.

Andrea Palazzi
(PESCARA-Palermo)
Titolare, sostituito al 78esimo.
Voto: 6.5 – Dopo l'infortunio che l'ha tenuto lontano per molto tempo dai campi, Palazzi sta ritrovando la miglior forma frutto anche del duro impegno quotidiano. Di sostanza la prestazione contro i siciliani che gli vale un'ampia sufficienza.

Rigoberto Rivas
(BRESCIA-Venezia)
Subentrato all'84esimo.
Senza voto – L'Hondureno viene inserito a sei minuti dalla fine prima del vantaggio bresciano di Caracciolo (85esimo) nel derby dei felini contro il Venezia che però non muore mai che prima pareggia i conti all87esimo e la ribalta all'89esimo. Tante emozioni che, però, non lo riguardano direttamente. 

Niccolò Belloni
(CARPI-Ascoli)
Titolare, sostituito al 72esimo.
Voto: 6.5 - Nella goleada tra Carpi e Ascoli (4-2 per i biancorossi) il centrocampista laterale ha dimostrato una buona attenzione alle due fasi del gioco, offrendo una prestazione convincente. Mister Calabro può essere soddisfatto.

Ionut Radu
(Perugia-AVELLINO)
Titolare.
Voto: 6.5  – Salva il risultato sul tiro di Suagher ma non può nulla sul rigore nel finale realizzato da Cerri. La crescita del romeno dell'Inter procede comunque spedita, tanto che al netto delle prestazioni di Ardemagni, in forma smagliante, risulta spesso il migliore dei suoi.

Francesco Forte
(Empoli-SPEZIA)
Titolare.
Voto: 5.5  – Non riesce ad essere servito dai compagni, impegnati a difendersi dalle offensive toscane. Dopo il gol dello Spezia deve dedicarsi alla fase difensiva causa l'arrembaggio degli azzurri che trovano il pareggio e cercano il gol vittoria sino alla fine.

SERIE C

Michele Di Gregorio
(RENATE-Gubbio)
Titolare.
Voto: 8 - Che forte. Sul gol di Ciccone non può nulla ma sbarra la strada a Jallow quando al 33esimo del secondo tempo gli dice 'no' e salva il risultato. Nel voto viene compresa anche la prestazione contro il Vicenza dove è autore di una parata incredibile sul tiro di Giacomelli, oltre ad annullare tutte le occasioni create dai veneti. Che show per il portiere scuola Inter.

Alessandro Mattioli
(RENATE-Gubbio)
Titolare, sostituito al 87esimo.
Voto: 6 - Come per Di Gregorio, il voto vale anche per la partita contro il Vicenza, nella quale è subentrato al 60esimo. Il centrale nerazzurro è bravo, tiene la posizione e sa farsi trovare pronto quando viene chiamato in causa. 

Zé Turbo
(CATANIA-Bisceglie)
Non impiegato.
Commento - In panchina sia contro i pugliesi che contro la Paganese dopo la buona mezzora contro la Sicula Leonzio e i pochissimi minuti nello scontro con la Reggina. Un totale di tre presenze fin qui per il giovane talento nerazzurro che non riesce a imporsi in un Catania che viaggia spedito in campionato.

Moussa Souare
(Catanzaro-MONOPOLI)
Subentrato al 82esimo.
Senza voto - Alla sua sesta presenza in stagione. Entra da seconda punta per aiutare i compagni a riequilibrare il punteggio ma c'è poco da fare. Le Aquile passano davanti al proprio pubblico. 

LIGA NOS

Gabriel Barbosa
(Guimaraes-BENFICA)
Non convocato.
Commento - Continua a ricevere scarsa considerazione l'attaccante brasiliano. Lo scarso, o quasi nullo, minutaggio concessogli ha sollevato ulteriori dubbi circa il suo valore, tanto che si parla di un nuovo prestito a partire da gennaio, con l'Inter interessata a farlo giocare il più possibile.


SEGUNDA LIGA

Samuele Longo
(Atletico Siviglia-TENERIFE)
Titolare, sostituito al 55esimo.
Voto: 7 – L'attaccante campione di Europa con la Primavera di Andrea Stramaccioni non si smentisce. La Spagna è terra di conquista e Samuele non perde occasione per timbrare il cartellino. Suo il gol che sblocca il punteggio a favore del Tenerife, salvo poi farsi raggiungere al 70esimo dal gol di Pozo Pozo. Longo resta una certezza.

Rey Manaj
(Osasuna-GRANADA)
Subentrato al 70esimo.
Voto: 6 – Entra al posto di Joselu per cercare il gol. Ci mette grinta e voglia ma nulla può contro la difesa dell'Osasuna. Manaj sembra comunque star ritrovando la sua dimensione a Granada, forte anche della fiducia dell'allenatore.


LIGUE 2

Axel Mohamed Bakayoko
(Orlèans-SOCHAUX)
Non convocato.
Commento – Seconda partita in fila da non convocato per Bakayoko dopo le 8 presenze precedenti. Il ragazzo fatica a trovare spazi, sinora, nelle logiche di Zidler.

Sezione: La Meglio Gioventù / Data: Gio 9 Novembre 2017 alle 20:52 / articolo letto 10123 volte
Autore: Filippo M. Capra / Twitter: @FilMaCap