"Una squadra Ninja, pronta cioè a sabotare un campionato per molti già scritto. Che dovrà avere l’esuberanza e la sfrontatezza del suo nuovo uomo copertina, il vero Ninja: Nainggolan". Lo scrive la Gazzetta dello Sport, che prevede un'Inter con due possibili varianti tattiche: 4-2-3-1 e 3-4-2-1.

"La grandi squadre vanno allenate anche mentalmente, come da queste parti ha fatto con grande successo José Mourinho. Ma anche Spalletti su questo è un maestro, così come è tra i migliori a lavorare sul campo - si legge -. L’allenatore sta studiando due soluzioni per ribaltare le sorti del campionato e dare l’assalto alla dinastia bianconera: il classico 4-2-3-1 e il nuovo 3-4-2-1, per sua stessa ammissione. Due sistemi di gioco, un unico scopo: esaltare lo strapotere fisico di Nainggolan tra le linee, la sua capacità di infilarsi e fare male. Il Ninja in questi primi giorni ha già trasmesso la sua carica al resto del gruppo e cercato l’intesa con Icardi, con cui fa spesso coppia al calcio-tennis. Ma il mondo Inter ha voglia di ammirare e scoprire tutta la nuova argenteria di casa. Politano la variabile impazzita dalle giocate imprevedibili. Ma è Lautaro quello più atteso. E non solo perché argentino e figlioccio di Milito. Si chiama Martinez ma che ha preteso Lautaro dietro la maglia perché «di Martinez ce ne sono troppi». Vuole essere unico, speciale e anche per questo ha voluto subito la 10. In ritiro condivide la stanza con Icardi ma l’obiettivo vero è dividere col capitano gli spazi in attacco e i gol. Il Toro argentino è pronto a stupire. L’Inter Ninja a spaventare la Juve e tentare l’impresa".

VIDEO - DESTRO, SINISTRO, LANCI, ASSIST: COSI' PAREDES HA STREGATO SAN PIETROBURGO

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 14 Luglio 2018 alle 10:40 / articolo letto 39173 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni