Sainsbury: "L'Inter è l'opportunità di una vita, farò di tutto per vincere"

 di Redazione FcInterNews.it  articolo letto 8665 volte
Sainsbury: "L'Inter è l'opportunità di una vita, farò di tutto per vincere"

Trent Sainsbury, difensore arrivato dallo Jiangsu Suning nell’ultimo giorno del mercato invernale, parla del suo impatto con la nuova realtà italiana ai microfoni del portale australiano SBS. Seppur conscio che dovrà lottare per guadagnarsi un suo spazio nelle gerarchie di Stefano Pioli, Sainsbury sente che l’esperienza italiana gli sarà utile anche solo per gli allenamenti al fine anche di mantenere il posto nella nazionale australiana: “Ovviamente non è facile arrivare in un club che ha giocatori fantastici, per questo motivo devi essere sempre pronto a mostrare all’allenatore quello che sei capace di fare in allenamento. Relativamente alla nazionale, per me anche solo allenarsi con l’Inter vale quanto giocare in Cina. Il livello degli allenamenti è talmente alto da mantenermi pronto per i Socceroos, quindi partirò da qui. Posso controllare solo quello che è in mio potere di controllare".

Sainsbury ha anche qualche sassolino nella scarpa da togliersi in merito alla scelta di approdare allo Jiangsu: “Quando lasciai lo Zwolle per andare a giocare in Cina dissero che la mia carriera internazionale era finita. E invece ho giocato nove partite con la maglia dell’Australia l’anno scorso, tutte per 90 minuti. Ognuno può avere la sua opinione ma ciò non significa che sia corretta. Ora c’è l’Inter, una grande sfida per me. Ma sono pronto ad accettarla”. L’Inter, un traguardo raggiunto con grande sorpresa di tutti, anche di Sainsbury stesso: “Ebbi qualche mese fa un contatto indiretto con il vice presidente Javier Zanetti, quando lui venne in Cina. Fu più di un semplice saluto, è venuto per dire ciao e metterci la faccia. Ma in quel momento non si parlava di un mio passaggio all’Inter. Quando sono state promulgate le nuove regole sugli stranieri nel campionato cinese, però, ho parlato col mio club per capire le mie possibilità di permanenza: non ci sono stati risultati concreti. Anche se a essere onesti non sapevo come stavano andando le cose, ho lasciato tutto in mano al mio agente Tony Rallis preferendo concentrarmi sulla preparazione pre-campionato”.

Fino al giorno della svolta: “Tony venne da me dicendomi che si era aperta per me la possibilità di andare all’Inter, ovviamente ho colto l’occasione al volo e dissi sì, che ero al 100% deciso a volare in Italia. Questa è l’opportunità della vita, so che certa gente sarebbe pronta a uccidere per poterla avere. Farò tutto il possibile per avere successo”. In conclusione, Sainsbury rivela di avere avuto un colloquio col tecnico del Sydney Fc Graham Arnold, padre della sua compagnia Elissa: “Mi ha detto di andare lì e godermi l’esperienza. Incontrerò un sacco di grandi personaggi e avrò modo di fare esperienza di calcio ad altissimo livello in uno dei club più importanti del mondo”.