Perisic si traveste da bomber e illumina S. Siro: gol e lavoro. Migliorabile la precisione dei cross

 di Andrea Pontone Twitter:   articolo letto 5260 volte
Fonte: dati Whoscored.com
© foto di ALBERTO LINGRIA/PHOTOVIEWS
Perisic si traveste da bomber e illumina S. Siro: gol e lavoro. Migliorabile la precisione dei cross

È stata una domenica speciale per Ivan Perisic, autore della sua prima tripletta in nerazzurro (e in assoluto nella sua carriera) grazie a cui ha guidato l’Inter in vetta alla classifica archiviando con estrema facilità la pratica ChievoVerona. Gli scaligeri, rivelatisi non all’altezza di una ribalta così luccicante come quella del Meazza, non sono riusciti a contenere le straripanti offensive dell’esterno croato, che nell’occasione ha indossato il migliore abito da bomber e contribuito a regalare alla squadra di Luciano Spalletti tre punti preziosissimi in ottica classifica.

IVAN IL TERRIBILE IS BACK Il classe ’89, particolarmente ispirato nel pomeriggio del Meazza, ha tentato ben 8 volte la conclusione nell’arco dei novanta minuti: in cinque di questi casi l’attaccante ha centrato la porta, trovando per due volte la respinta di Sorrentino che nulla ha potuto, invece, in occasione delle tre marcature. Ma nella prestazione di Perisic non si registra soltanto la sbalorditiva tripletta: il croato, su un totale di 79 tocchi e 49 passaggi, completa il 79,6% dei suggerimenti per i compagni, vincendo il 100% dei duelli aerei (3 su 3), dei contrasti (2 su 2) e dei dribbling (uno tentato, uno riuscito).

L'AGO NEL PAGLIAIO - Ciò che stona è invece il dato relativo ai cross: su ben 15 traversoni tentati, soltanto uno ha raggiunto un destinatario all’interno dell’area di rigore avversaria. Una statistica che segue la scia del suo andamento stagionale: su 82 cross fatti, soltanto 11 sono giunti a destinazione. Vale a dire che ben 71 di questi tentativi, per un modo o per l’altro, sono stati vanificati. Statistiche che stonano con il curriculum dell’ala interista, a giudicare anche dai 6 assist stagionali che lo hanno visto protagonista. Proprio per questo motivo, qualora il 28enne croato migliorasse anche su questo fronte, l’Inter beneficerebbe di una vera e propria arma letale da sfruttare in qualsiasi occasione in fase offensiva.

ZONA DI GIOCO – Come si evince dalla seguente lavagna tattica pubblicata dal sito specializzato Whoscored.com, Perisic ha impostato il proprio raggio d’azione sul fronte sinistro dell’attacco nerazzurro, accentrandosi talvolta o indietreggiando in fase difensiva per dar man forte a Davide Santon. Le remote avanzate della compagine clivense, però, hanno indotto il croato a focalizzarsi sull’aspetto offensivo: dal lato sinistro nerazzurro sono nate le sue tre reti, oltre che tante palle gol create dallo stesso ex Wolfsburg, protagonista assoluto di una giornata da ricordare.

Heat-map Perisic in Inter-Chievo