Continua a sorridere la Juve (più in Italia che in Europa), meno l'Inter che viene fermata dal Torino dei grandi ex (Mazzarri, Ljajic, Obi, Ansaldi e Burdisso: cinque come le volte in cui il difensore argentino ha preso le misure del colletto di Icardi). Tra risultati del campo e commenti dei protagonisti passati in sordina, ripercorriamo i fatti salienti di quest'ultima settimana calcistica, caratterizzata tra l'altro dal rallentamento del Milan in ottica Champions League e Mondiale per Club (sì, questo Milan fa sognare).

- Vendetta Mazzarri contro l'Inter, il migliore in campo Sirigu racconta com'è nato il successo del Torino: "È da una settimana che ci alleniamo nelle botte di culo".

- Spalletti: "Ho inserito Ranocchia in attacco perché mi aspettavo la contromossa, tipo Belotti in porta".

- Perisic in confusione anche a fine partita è andato a saltellare sotto la curva del Torino.

- Rafinha fa passi da gigante con l'italiano: ora sa dire "cornuto" all'arbitro e al guardalinee.

- Un componente dello staff di Mazzarri sulla stretta di mano al veleno con Spalletti: "Rientrava di corsa negli spogliatoi perché aveva avuto l'impressione che stesse per cominciare a piovere".

- Secondo quanto abbiamo raccolto, il cameraman che ha ripreso il ritorno allo stadio Olimpico Grande Torino dell'ex ct Gian Piero Ventura avrebbe detto addio alla telecamera dopo esser caduto in depressione.

- Dopo la metafora oscena tra la porta di calcio e la donna arriva la dovuta retromarcia del presidente della Samp Ferrero: "Chiedo scusa ai pali, alle reti e alle traverse di tutto il mondo".

- Ceccarini rimarca: "L'errore è stato non fischiare fallo di Ronaldo su Iuliano. Il merito è stato non dirlo in quel momento a Simeone".

- Cristiano Ronaldo show in Champions League contro la Juve: complimenti però a Zidane che ha avuto l'intuizione di non tenere CR7 in panchina.

- Dybala fa tripletta al Benevento dopo il flop con il Real: "Serviva una risposta contro una grande. Qui in Italia nessuno ci regala niente".

- Il Napoli ribalta il Chievo grazie ai gol finali di Milik e Diawara, Sarri applaude i suoi: "Bravi quei due che hanno segnato".

- Mirabelli sullo slittamento del rinnovo di Gattuso: "Avevamo finito la carta, poi è arrivato un blocchetto da Elliott".

- Messo al corrente delle parole di Di Francesco ("Contro il Barça non farò come Mourinho"), lo Special One avrebbe commentato privatamente: "Conosco solo San Francesco, Francesco Gabbani, Papa Francesco, Piero della Francesca...".

- Dal prossimo anno nei libri di testo di filosofia per le scuole superiori sarà inclusa anche la dottrina di Lele Adani.

Sezione: Il Calcio parallelo / Data: Mar 10 Aprile 2018 alle 00:10 / articolo letto 8183 volte
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri