Stefano Vecchi, allenatore bi-campione d'Italia Primavera dell'Inter, arriva ai microfoni di Sportitalia per esprimere il primo commento successivo alla vittoria contro la Fiorentina che è valsa il nono tricolore ai nerazzurrini:

Mini-triplete, stagione fantastica, come la vogliamo definire?
"Non l'Inter di Vecchi, ma l'Inter della società. Io ci metto del mio col mio staff, poi ho sempre un potenziale importante. Non è sempre facile vincere, altre squadre ci provano; ma lo staff e la società hanno creato la giusta sinergia per vincere".

Avete una vostra identità, si vede la sua mano nell'aver fatto maturare i ragazzi sotto questi aspetti. Può essere contento?
"Abbiamo sempre detto che questo era il gruppo più forte dei quattro anni. Abbiamo finito la stagione con in campo tanti 2000, che saranno il fulcro della prossima stagione. Non finirà qui".

Ma la sua avventura all'Inter finirà con questi successi?
"Come tutti gli anni, parlerò con la società. Per ora avevo questo impegno ed era giusto concentrarsi qui, adesso parlerò con qualcuno e vedremo il da farsi. Ho due anni di contratto, ma se arrivasse l'offerta giusta quest'anno più degli altri sarebbe il momento giusto".

Ha voglia di confrontarsi col calcio dei grandi?
"La voglia c'è, poi le motivazioni le abbiamo sempre trovate qui. Gruppi nuovi, moduli nuovi, c'è sempre modo di sperimentare. Mi piace allenare, il resto non mi interessa molto. Gli stimoli ti portano a dire riproviamoci, poi vedremo se ci sarà l'occasione giusta".

E' la volta buona che l'Inter porti ragazzi in prima squadra?
"E' il calcio italiano che rende difficile questa cosa. All'Inter c'è un allenatore che pone in grande attenzione questi ragazzi, ma passare dall'Under 19 al confronto con giocatori di livello internazionale è difficile. L'Inter ha sempre avuto giocatori forti, per i giocatori giovani è sempre un po' complicato inserirsi".

A chi la dedica?
"A noi, al mio staff, alla società: siamo noi e ce lo meritiamo". 

VIDEO - LA SLOVACCHIA PERDE CONTRO IL MAROCCO, MA SKRINIAR E' IL SOLITO MURO: CHE INTERVENTI

Sezione: Giovanili / Data: Sab 9 Giugno 2018 alle 23:52 / articolo letto 10483 volte
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A