Ecco come la Gazzetta dello Sport commenta le parole post-Napoli di Spalletti. "Parole che arrivano in un momento chiave della corsa alla zona Champions e soprattutto dopo la più convincente prova nerazzurra degli ultimi tre mesi. Insomma, un’uscita potenzialmente pericolosa, sicuramente poco compresa dalla società, frasi che hanno disorientato buona parte del popolo dei tifosi e che potrebbero lasciare fastidiose scorie anche all’interno dello spogliatoio".

Ma la chiave di lettura più consona appare quella della 'scossa', sebbene resti intatto il malumore per un mercato di gennaio ritenuto insufficiente. "Ieri, a Empoli, il tecnico nerazzurro ha saggiamente smorzato toni e considerazioni personali - sottolinea la rosea -. In questi giorni ad Appiano servirà comunque una solida presenza societaria per debellare sul nascere eventuali «virus» sull’asse staff tecnico-spogliatoio. Ebbene, è forse il caso che da Nanchino individuino alla svelta un uomo forte, italiano e competente, non un «signorsì» per intenderci. Uno a cui affidare anche buona parte della straordinaria amministrazione in sede politica e di mercato: in casa ci sarebbe già Walter Sabatini... Suning deve entrare definitivamente in sintonia con il calcio milanese e italiano in generale. E in questo senso sì che sarebbe prezioso un faccia a faccia costante con la famiglia Moratti".

Sezione: Focus / Data: Mar 13 Marzo 2018 alle 09:00 / articolo letto 20684 volte / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit