Lo scorso 31 gennaio, la Commissione nazionale cinese per le riforme e lo sviluppo ha diramato un elenco nel quale sono stati precisati i settori, tra i quali quello sportivo, che subiranno delle limitazioni per quel che concerne gli investimenti all'estero per l'anno 2018. La notizia è rimbalzata in queste ore in Italia, soprattutto per i probabili riverberi che potrebbero colpire Suning e, di rimando, l'Inter: con le nuove imposizioni del governo cinese - si legge sul Corriere della Sera - difficilmente il colosso di Nanchino potrà iniettare grandi risorse nel club in estate: il rischio di un nuovo mercato creativo è reale.

Sezione: Focus / Data: Mar 13 Febbraio 2018 alle 00:18 / articolo letto 15834 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari