L'Inter attende l'esito del vertice con la Uefa in materia di Fair play finanziario. In Corso Vittorio Emanuele sono certi di aver rispettato tutti i paletti per la stagione 2016-17, col bilancio messo in ordine. Come rilevato da Calcioefinanza.it, il massimo organismo del calcio europeo starebbe valutando con la massima attenzione soprattutto un aspetto, quello relativo alle sponsorizzazioni da parte correlata. Se tali accordi eccedono il 30% dei ricavi complessivi e se non hanno un valore congruo rispetto al reale valore della sponsorizzazione, la Commissione può riportarli (in seguito ad analisi di società terze) al fair value, riducendo di fatto la portata delle entrate.

"La Uefa ha voluto così porre l’attenzione sugli accordi di naming rights che Inter e Suning hanno stretto per quanto riguarda i centri sportivi di Appiano Gentile e Interello (sede del settore giovanile), oltre all’accordo relativo alla sponsorizzazione del materiale di allenamento - si legge -. Per questo, come spiega il Corriere della Sera, nei giorni scorsi la Uefa ha richiesto documenti più specifici per chiarire i rapporti commerciali con la Cina: resta comunque l’ottimismo da parte della società nerazzurra, che rimane di essere rimasta nei parametri".

In realtà, come specifica sempre CF, le valutazioni fatte da Octagon (società di consulenza sportiva già assunta dalla Uefa per condurre una revisione indipendente degli attuali contratti di sponsorizzazione del Paris SG), riguardanti i due principali contratti commerciali siglati con Suning, sembrano giustificare le cifre espresse dall'Inter: "Il contratto per i naming rights della Pinetina avrebbe un valore di 17,6 milioni di euro a stagione (l’Inter incassa 16,5 milioni di euro), mentre a quella relativa all’accordo di co-branding è stata data una valutazione tra i 27,3 e i 37,6 milioni di euro (l’Inter nel 2016/17 ha ricevuto 25 milioni di euro)".

VIDEO - LAUTARO, L'ULTIMA AL RACING E' AMARA: DUE CONTROPIEDE E UN'AUTORETE COMICA, 1-3 CON IL COLON E NIENTE QUALIFICAZIONE IN LIBERTADORES

Sezione: Focus / Data: / articolo letto 27725 volte / Fonte: Calcioefinanza.it
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni