Nulla da fare: le sensazioni negative degli ultimi giorni hanno trovato ulteriore conferma a Nanchino, dove Walter Sabatini ha provato a convincere Zhang Jindong ad anticipare parte del budget estivo per rinforzare oggi la rosa nerazzurra a disposizione di Luciano Spalletti. Secondo quanto appurato da FcInterNews, proprietà ha dato dimostrazione di non voler, al momento, ascoltare la richiesta di aiuto del manager, convinta di portare avanti la strategia finanziaria che prevede il rispetto del Fair Play Finanziario e, di conseguenza, nessuna ulteriore spesa fino al 30 giugno 2018. Nessun fondo extra dunque per l'Inter durante il mercato invernale, che si conferma così più faticoso del previsto e necessiterà di buone idee low cost o di sacrifici. Il direttore dell'area tecnica di Suning Sports e il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio dovranno così fare di necessità virtù per provare ad accontentare Spalletti, con prestiti senza obbligo di riscatto o, nella peggiore delle ipotesi, sacrifici.

L'idea di dover cedere per autofinanziare la campagna acquisti è concreta e i nomi in lista sono sempre Marcelo Brozovic e Joao Mario. Restano in piedi le soluzioni a bassissimo impegno finanziario, su cui giocoforza la dirigenza nerazzurra dovrà puntare. Rimane complesso, al momento, anche il passaggio di Ramires in nerazzurro, visto che la proprietà non sta prendendo in considerazione alcun tipo di richiesta da parte di Sabatini, compreso quindi il prestito del centrocampista ex Chelsea con stipendio a carico del Jiangsu Suning o equamente diviso.

Sezione: Esclusive / Data: Mar 9 Gennaio 2018 alle 13:05 / articolo letto 29865 volte
Autore: Filippo M. Capra / Twitter: @FilMaCap