Insignito del premio 'Albano Aramini - Una città per lo sport' come "personaggio empolese che per meriti sportivi ha contribuito a divulgare l'immagine della Città", Luciano Spalletti ha esternato così le sue emozioni durante la cerimonia tenutasi al cinema "La Perla": "Qualsiasi premio ti riempie di felicità e di cose belle, segno che stai lavorando bene. Se arriva da un territorio che è il tuo allora tutto ti rende più orgoglioso. In questa città hanno iniziato e hanno raccolto le caratteristiche tanti uomini di calcio vincenti. Il premio è dedicato a una persona che ha saputo costruire per lo sport di questa città, Aramini ho avuto il privilegio di conoscerlo quando ero qui a lavorare ed è stata una figura fondamentale per Empoli", ha detto il tecnico dell'Inter alla stampa.

Aggiungendo anche un commento sulla corsa Champions, diventata ancora più avvincente dopo la vittoria al fotofinish del Milan a Genova: "Se ci preoccupa il successo del Milan? Ci guardiamo intorno, così per il Milan, la Lazio, la Sampdoria, l'Atalanta e le altre. I primi quattro posti sono ambiti e noi siamo nella corsa". 

Il focus, infine, si sposta sulla squadra, grande con le grandi ma in difficoltà spesso con le piccole: "Credo significhi che abbiamo delle qualità importanti e che quando le mettiamo in campo possiamo giocarcela con tutte - conclude Spalletti -. Il problema è che quando giochi con squadre che sulla carta sono inferiori devi ragionare e proporre. Evidentemente quando giochiamo con squadre forti riusciamo a prendere il loro passo e la loro mentalità. Skriniar? Ha qualità e carattere, ce la mette costantemente e prende decisioni importanti nei momenti importanti".

Sezione: Copertina / Data: Lun 12 Marzo 2018 alle 22:53 / articolo letto 13134 volte / Fonte: inter.it
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari